fbpx
morrissey

L’importanza di essere Morrissey

morrissey

L’IMPORTANZA DI ESSERE MORRISSEY
a cura di Paul A. Woods
ISBN 2010 | Amazon

Cominciamo con quest’intervista dell’87: Morrissey alla Rai. Domanda/risposta con tanto di sottotitoli e cornicetta anni ’80.
– 45 giri preferito?
chiede l’intervistatore. Cuore di Rita Pavone (anzi, Pavoun), risponde Moz.
Libro? L’opera omnia di Oscar Wilde (che ricorre in ogni sua intervista e il titolo del libro sul tavolo non è ovviamente un caso).
Attore? Albert Finney.
Attrice? Brenda de Banzie (ma l’intervistatore capisce “De Banzi” e all’epoca non c’era google quindi ci mette pure i “??” nei sottotitoli…)
– Cibo? Pane.
Bevanda? The.
Dove vorresti essere tra 50 anni? Non qui.
– Pensi che il rock abbia un futuro? Nessuno.

Ora: non dico che guardare il filmato, osservare bene le espressioni di Morrissey ed ascoltare la sua discografia con gli Smiths e da solista possa sostituire la lettura de L’importanza di essere Morrissey ma…
Un libro con 28 interviste tutte fatte alla stessa persona, anche se parliamo di Mr.Smiths, il miglior ciuffo che sia mai salito su un palco dopo Elvis, è francamente un po’ troppo se non sei un fan hardcore.
E per me che non lo sono arrivare fino in fondo è stata una fatica. Compensata poi dalla voglia di andarmi a riascoltare la sua voce, di mettere su ogni pezzo, di andarmi a cercare i live su YouTube, di vedere quella mascella spavalda interpretare decine di sfumature di rabbia e di frustrazione, di vederlo impacciato durante le prime interviste, le sue famose camicette da donna, ancora il ciuffo (forse è stata la copertina a farmi comprare il libro).

E mi viene da pensare che se non sono ancora pronto per gli ebooks, d’altra parte i libri che trattano di musica troverebbero nei tablets il loro formato ideale: pieni di links ai video e ai brani da ascoltare.
Altrimenti ti tocca leggere davanti al computer, continuare a posare il libro, fare play su iTunes, cercare su google. Una noia mortale.

Altre storie
taschen astrology cover
Il secondo libro della “Library of Esoterica” di Taschen è dedicato all’astrologia