Pitti | Cor Sine Labe Doli

Pochi prodotti hanno il potere di tirar fuori il dandy che in te quanto gli accessori di Cor Sine Labe Doli.
Ogni singolo papillon in ceramica ha il potere di evocare un immaginario à la Grande Gatsby e se ti avvicini e ascolti bene ti pare quasi di sentire gli echi di una festa sfrenata, tra battito dixieland e frastuono di voci in saloni dai soffitti altissimi.

Per la loro terza collezione i ragazzi di Corato (il nome del brand viene dal motto del loro paese d’origine) presentano nuove variazioni sul tema del Papillion Primo, quello dal quale un anno fa è partito tutto: nuove tonalità, una nuova versione più piccola e young (Papillon Alter Ego) e per la prima ecco i modelli a fantasia, grazie a nuove tecniche di stampa sulla ceramica.

Tra le novità il Papillon Femina (lo vedete qua sotto), ovviamente per lei, da usare, volendo, anche come collier.

Altra new entry: Ceramichette, pochette, sempre in ceramica che ho avuto il piacere di provare e sulla quale ho lasciato gli occhi.

E per la prima volta Cor Sine Labe Doli fa un incursione nel mondo dell’abbigliamento con Sir Winston, camicia da uomo disponibile in due tonalità – bianco o nero – e due colli – alla francese o all’italiana.
I bottoni? Ovviamente in ceramica.

Per finire, la nuova serie di cravatte Cordium (qui la ceramica sta nel nodo), con nuovi tessuti e nuove fantasie e la versione Reverso – che dà il nome all’intera collezione FW2011/12 – che coraggiosamente accorcia la lancia frontale della cravatta mettendo in mostra quella inferiore, di solito nascosta.

[nggallery id=184] [nggallery id=185] [nggallery id=186] [nggallery id=187]
co-fondatore e direttore
  1. ho avuto il piacere di conoscere e intervistare i due ragazzi durante le vacanze di Natale, e mi avevano parlato delle novità del Pitti, ma a vederle superano ogni immaginazione! Grandi!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Tesori d’archivio: le illustrazioni di moda di fine ‘800 / inizio ‘900