Wendy Stevens

Mi viene in mente tutta una serie di gentili donzelle a cui queste borse non solo si abbinerebbero perfettamente ma alle quali addirittura assomigliano in maniera impressionante.
Algide e minimali, dure e quasi asettiche (le donne e le borse): la prima cosa che ti viene in mente è vedere se dietro la nuca (o sotto la maniglia, nel caso delle borse) c’è l’apertura per accedere alla scheda madre.

Nonostante questo le borse in metallo di Wendy Stevens vanno benissimo per chi, sulla scala della durezza che va da 1 a 10 totalizzano almeno 6.

Bag designer da una vita, Wendy è passata dal creare borse più tradizionali a quelle in metallo dopo che un incendio le ha portato via il suo laboratorio e tutti i materiali. Quando reinventarsi diventa una necessità scatta il colpo di genio: utilizzare l’acciaio (che Wendy già usava per altri accessori) per fare borse, che ora sono diventate il suo marchio di fabbrica e che potete acquistare online.

[nggallery id=150]
Altre storie
Le Cartoline Gioiello nate dalla collaborazione tra la designer Giulia Tamburini e il disegnatore Ettore Tripodi