B-Side by Ken & Dana: Gun Reclamation Project

…è tipico della psicologia di un certo tipo di criminali compiacersi delle proprie malefatte lasciando sul luogo del delitto segni del loro passaggio a mo’ di firma.
Anche un profiler alle prime armi avrebbe detto senza esitazione che ciò potrebbe dipendere in massima parte dal fatto che gli individui in questione agiscono spinti dal desiderio di essere fermati.
In questo caso l’arma del delitto, una Smith & Wesson del ’72, non si trovava da nessuna parte e qualche testa rischiava di rotolare per questo…

Potrebbe facilmente pronunciare queste parole la voce fuori campo che introduce un verosimile episodio della saga di Duckman, simpatico cartone che ha allietato qualche mia domenica pomeriggio secoli fa, ma questo incipit va bene anche per presentare il Gun Reclamation Project del duo artistico Ken & Dana Design, al secolo Ken Leung e Dana Chin, due apolidi globetrotter ex compagni d’università, creatori di monili bellissimi che loro stessi definiscono fashion- sculture- jewelry.

Parte del ricavato della vendita di questi gioielli fatti con i pezzi delle pistole sottratte alla strada finanzia infatti il progetto chiamato “Gun Buy- Back Program”, che è promosso dall’Ufficio del Procuratore Distrettuale e dal Dipartimento di Polizia della città di New York in collaborazione con le chiese locali e che permette di ricevere una carta bancomat di 200$ per ogni arma restituita.

Che vi sentiate filantropi o meno, questi bijoux sono davvero belli e potete ammirare anche quelli delle altre collezioni, ed acquistarli, qui.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Tesori d’archivio: le illustrazioni di moda di fine ‘800 / inizio ‘900