Noémie Doge

Scommetto che decine di voi signore all’ascolto hanno, almeno una volta, valutato l’idea di far a pezzi il pallone con cui la vostra dolce metà va a giocare a calcetto diciamo ogni giovedì sera.
Che poi, lo so bene, il problema non è il calcetto di per sé, ma sopportare le lagne ed i doloretti del dopo partita. Si perché la dolce metà invecchia, non è più il ventenne elastico e muscoloso di qualche anno fa e solo lui non se ne è ancora reso conto.

Sto divagando, torniamo a Noémie Doge. Lei fa sul serio, i palloni li prende, li tagliuzza e cuce i pezzetti con fili d’argento, ottenendo la bella collana che vedete nell’immagine in alto a sinistra.

Il risultato del suo lavoro sorprende lei stessa, guardando i suoi pezzi dice di aver spesso l’impressione che essi siano sempre esistiti, che siano più vecchi di lei, come se lei non avesse fatto altro che trovarli!

Altre storie
Le Cartoline Gioiello nate dalla collaborazione tra la designer Giulia Tamburini e il disegnatore Ettore Tripodi