Salvor Projects

Salvor Projects

Di Ross Menuez, ovvero colui che ha fondato Salvor Projects, si sa che prima di entrare nel campo della moda faceva il grafico. Più che altro stampava. Su qualsiasi cosa: t-shirts, sculture a forma di bambola, pareti… In realtà, però, il suo primo lavoro negli anni ’80 è stato quello di carpentiere al servizio dei Sandinisti in Nicaragua: questo dopo aver riempito di tags qualche galleria ed aver tentato di costruire un aeroplano quando andava a scuola. Poi si è buttato nel ramo comunicazione: pony express. Messa la bici al chiodo ha aperto un negozio metal (ma visto il curriculum non ho ben capito se si riferisce alla musica o proprio al metallo). Ad ogni modo, lasciato perdere anche il negozio, Ross ha intrapreso una carriera di semplice lavoro d’ufficio. Ma non sempre lo stesso: ha lavorato in mezza Europa, in Giappone e negli Stati Uniti.

Ora è stabile a New York già da qualche anno, dove progetta e realizza le sue collezioni dai patterns incredibili (splendide le sciarpe), oltre a borse e strani ibridi tra sneakers e stivali da lavoro giapponesi.
Il tutto sotto il nome di Salvor Projects, ma a volte anche Salvor Kiosk o solo Salvor.

Salvor Projects

Salvor Projects

Salvor Projects

Salvor Projects

co-fondatore e direttore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
LenzuoLino: la riscoperta di un “nuovo” antico lino passa per un corredino da culla