Ikoon

Ho conosciuto Dimitris Zoz un paio di anni fa durante un bel pranzo tra bloggers e creativi in quel di Modena. All’epoca sono rimasto colpito dallo stile impeccabile e dalla mente acuta di questo incredibile personaggio che già allora, appena ventenne, sembrava un navigato e lanciatissimo imprenditore di se stesso con un’inesauribile passione per il design e la moda.
E non poteva che essere così per uno che viene da una famiglia che vanta tra le sue fila un re nigeriano tra l’altro anche imprenditore alberghiero, una sarta ed un mobiliere.

Ora, appena ventiduenne, Dimitris lancia il suo Atelierzoz ed un nuovissimo brand di jeans, Ikoon, di cui già qualche mese fa mi aveva mandato una preview, presentato ufficialmente la scorsa settimana durante il Pitti Immagine Uomo.
Curatissimi fino all’ultimo dettaglio, gli Ikoon sono realizzati con tele italiane trattate in modo da non perdere il colore.
La particolarità, oltre all’assenza di rivetti, è la totale mancanza del logo, presente soltanto all’interno della retro etichetta che tra l’altro è staccabile e personalizzabile: per ogni paio di pantaloni ce ne sono tre, in vitello, con stampe elefante, struzzo, coccodrillo.

Per i più esigenti, in oltre, c’è la linea Ikoon Sartoria, con jeans realizzati su misura e la possibilità di scegliere ogni più piccolo particolare, dai bottoni alle cuciture, fine a diverse varianti di pelle per la retro-etichetta.
Nel caso vogliate saperne di più, visto che i siti di riferimento sono ancora in costruzione, potete chiedere informazioni presso lo StudioQuagli, partner ufficiale per la comunicazione: [email protected].

co-fondatore e direttore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Laju Slow Apparel: un nuovo marchio che è un inno alla lentezza