Portateco: niente più cibo sprecato

Portateco: niente più spreco di cibo.

Serena Carpinteri, Giuseppe Cinà e Maurizio Schifano sono tre studenti del corso di laurea in Disegno Industriale di Palermo che durante un work-shop condotto dal designer Giulio Iacchetti hanno ideato Portateco.

Si tratta di un “fagotto” per trasportare il cibo e una pratica confezione porta-bottiglia con chiusura per poterla tappare. Entrambe le confezioni possono essere riutilizzate più volte e mirano a invogliare le persone a portare via con sé quello che avanza al ristorante senza così creare sprechi di cibo ancora buono e soprattutto pagato.
L’idea è carina e sicuramente pratica. Non so se in Italia la gente inizierà a portare a casa gli avanzi della cena al ristorante, comunque è sicuramente meglio di quegli orribili cigni fatti di carta stagnola che si vedono nei film americani.

La loro creazione è stata selezionata e inserita nel circuito slow-food: il tema del progetto era finalizzato alla introduzione di nuovi stili di vita eco-sostenibili nell’ambito del consumo alimentare.

co-fondatrice e caporedattrice
Mostra Commenti (2)
  1. tra un po x guadagnare soldi si trovera qualcuno che ha brevettato uno strumento per far scendere i propri bisogni in modo piu rapido dagli scarichi dei bagni…

    basta con ste cavolate!

  2. Negli Stati Uniti si chiama “Dog Bag” se non ricordo male e dubito sia a forma di cigno :)
    Comunque là è una pratica di uso comune.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.