Nelle foto di Aaron Tilley la rappresentazione di una “ansiosa attesa”

Come un silenzioso guardiano, il sistema nervoso simpatico processa continuamente i dati forniti dai sensi. Scova gli indizi, esamina i pattern già conosciuti, s’accorge in anticipo di ciò di cui la mente cosciente ancora non è al corrente. Pronto alla fuga o all’attacco, quando è il momento ordina al corpo di rilasciare adrenalina.
«La connessione tra ciò che la mente percepisce e il modo in cui il corpo reagisce è una relazione curiosa. L’adrenalina fluisce nel nostro sistema nervoso autonomo quando anticipa che sta per accadere qualcosa di brutto, non perché qualcosa di brutto sta già accadendo. Questa offensiva ormonale è stata uno strumento di sopravvivenza essenziale per i nostri primi antenati che è venuto con la nostra risposta di lotta o fuga, che ci difende dalle minacce immediate» scriveva il giornalista Jordan Kushins sul numero 19 della rivista indipendente Kinfolk. Ad accompagnare il pezzo c’erano gli scatti del fotografo e filmmaker britannico Aaron Tilley.

Aaron Tilley, “In Anxious Anticipation”
(courtesy: Aaron Tilley)

Non è semplice rappresentare in fotografia l’ineffabile sensazione di “ansiosa attesa” che ci coglie quando inconsciamente sappiamo che sta per succedere qualcosa. In ambito editoriale solitamente la traduzione in immagini di concetti del genere viene affidata all’illustrazione, che può tranquillamente affrancarsi dai limiti imposti dalla materia e dalle leggi della fisica e puntare sul concetto e l’astrazione.
Tilley è però un vero maestro nel ritrarre attraverso le nature morte sensazioni e moti dell’animo, sia in fotografia (ad esempio in un paio di serie realizzate anch’esse per Kinfolk: Tiny Temper, che mostra quelle minuzie che però ci mandano fuori di testa, e Intimacy che parla di intimità utilizzando i fiori) che in video (Turbulence e Thin Skinned).

Guardando In Anxious Anticipation — recentemente caricata su Behance e realizzata in collaborazione con il set designer Kyle Bean — ecco quindi che qualcosa, dentro, si smuove. Quella parte di noi che la volontà non riesce a controllare freme, pronta all’azione, già ben consapevole di ciò che sta per succedere.

Aaron Tilley, “In Anxious Anticipation”
(courtesy: Aaron Tilley)
Aaron Tilley, “In Anxious Anticipation”
(courtesy: Aaron Tilley)
Aaron Tilley, “In Anxious Anticipation”
(courtesy: Aaron Tilley)
Aaron Tilley, “In Anxious Anticipation”
(courtesy: Aaron Tilley)
Aaron Tilley, “In Anxious Anticipation”
(courtesy: Aaron Tilley)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Flickr/Week(r) | Fotografare il vento