Corpus Libris: la versione video del “bookface”

Non si sa esattamente chi abbia inventato il bookface, cioè la pratica — diffusa principalmente su Instagram — di fotografarsi con la copertina di un libro a completare il proprio volto o un’altra parte del corpo. Né è ben chiaro se sia nato prima o dopo dello sleeveface, fenomeno analogo ma con i dischi al posto dei libri.
Secondo Know Your Meme, che in quest’ambito è una fonte piuttosto affidabile, i vinili sono arrivati prima, precisamente nel 2007, quando un dj gallese, tale Carl Morris, si è fatto fotografare in un bar con la copertina di un lp davanti alla faccia, coniando anche il termine sleeveface. Il primo caso documentato di bookface, invece, risalirebbe al 14 marzo 2012. L’autore: lui.

Otto anni e decine di migliaia di copertine dopo, il bookface, ormai diventato a tutti gli effetti un meme, molto utilizzato da biblioteche e librerie per pubblicizzarsi sui social media.
Proprio da una biblioteca pubblica, quella di Erlangen, in Germania, arriva la versione video, girata dal filmmaker Jacco Kliesch.

Altre storie
Che cosa vediamo quando leggiamo? Ce lo spiega Peter Mendelsund