Like A Berliner: una ironica guida illustrata sulla “berlinesità”

Era il 2007 quando Frank R. Schröder e Claudio Rimmele cominciarono a mandare agli amici una serie di consigli sui luoghi, la gente, le feste, le mostre e gli eventi da non perdere nella loro città: Berlino. Nato come progetto “5 to 9” — come gli anglosassoni chiamano ciò che si fa, per passione, dopo l’orario di lavoro, che invece è “9 to 5” — iHeartBerlin col tempo è diventato uno dei più conosciuti blog tedeschi, con una redazione, una rete di collaboratori e un fedelissimo pubblico tra i giovani berlinesi, sia quelli nati lì, sia i tantissimi che da ogni parte del mondo arrivano ogni anno per stabilirsi in uno dei tanti quartieri in continua trasformazione della metropoli.

Il blog, che ama talvolta non prendersi troppo sul serio, negli anni ha anche giocato sugli stereotipi, descrivendo con ironia i tipi umani, le situazioni e gli usi e costumi più o meno tipici della città.
Quattro anni fa, ad esempio, insieme all’illustratrice Sophia Halamoda (ovviamente “berliner” anche lei) pubblicarono le dieci dritte per diventare un/una berlinese mentre, ora, col medesimo spirito, Halamoda e iHeartBerlin hanno collaborato per realizzare un libro illustrato: Like A Berliner.

Sophia Halamoda, iHeartBerlin, “Like A Berliner” (courtesy: iHeartBerlin)

In 200 pagine, divise in 11 capitoli, il libro passa in rassegna — attraverso le illustrazioni di Halamoda e i racconti personali di una serie di berlinesi — stili di vita, abitudini, gioie, dolori del vivere nella capitale tedesca.

Si parla della faticosissima ricerca di una stanza in un appartamento in condivisione, dei coinquilini con cui potrebbe capitare di vivere, del prendere la metropolitana, del cibo di strada, di come superare la selezione all’ingresso dei club, di come imparare a leggere il linguaggio del corpo dei berlinesi, delle migliori bevute che si possono fare negli Späti [i piccoli e ormai tipici negozi aperti fino a tardi dove trovare di tutto, ndr] e addirittura una guida su come preparare un pasto da sette portate con ingredienti recuperati lì.

Il libro, pubblicato a novembre 2019, si acquista online.

Sophia Halamoda, iHeartBerlin, “Like A Berliner” (courtesy: iHeartBerlin)
Sophia Halamoda, iHeartBerlin, “Like A Berliner” (courtesy: iHeartBerlin)
Sophia Halamoda, iHeartBerlin, “Like A Berliner” (courtesy: iHeartBerlin)
Sophia Halamoda, iHeartBerlin, “Like A Berliner” (courtesy: iHeartBerlin)
Sophia Halamoda, iHeartBerlin, “Like A Berliner” (courtesy: iHeartBerlin)
Sophia Halamoda, iHeartBerlin, “Like A Berliner” (courtesy: iHeartBerlin)
Sophia Halamoda, iHeartBerlin, “Like A Berliner” (courtesy: iHeartBerlin)
Sophia Halamoda, iHeartBerlin, “Like A Berliner” (courtesy: iHeartBerlin)
Sophia Halamoda, iHeartBerlin, “Like A Berliner” (courtesy: iHeartBerlin)
Sophia Halamoda, iHeartBerlin, “Like A Berliner” (courtesy: iHeartBerlin)
Sophia Halamoda, iHeartBerlin, “Like A Berliner” (courtesy: iHeartBerlin)
Sophia Halamoda, iHeartBerlin, “Like A Berliner” (courtesy: iHeartBerlin)
Sophia Halamoda, iHeartBerlin, “Like A Berliner” (courtesy: iHeartBerlin)
Sophia Halamoda, iHeartBerlin, “Like A Berliner” (courtesy: iHeartBerlin)
Sophia Halamoda, iHeartBerlin, “Like A Berliner” (courtesy: iHeartBerlin)
Sophia Halamoda, iHeartBerlin, “Like A Berliner” (courtesy: iHeartBerlin)
Sophia Halamoda, iHeartBerlin, “Like A Berliner” (courtesy: iHeartBerlin)
Altre storie
No Signal, il ritorno alla natura di Brice Portolano