Poesia e bambini: due fra i libri da non perdere!

È molto difficile parlare di poesia, ma perché? Forse perché abbiamo disimparato a guardare le cose dal punto di vista puro e incontaminato della meraviglia, quella stessa pulsione primordiale che Platone sosteneva fosse la scaturigine della filosofia. 
È bello pensare che la poesia sia un modo diverso di guardare alle cose, di coglierne l’essenza, la parte più autentica, la parte più minuta e sensibile eppure determinante. 

La poesia dunque è pratica che va coltivata fin dall’infanzia perché è nell’infanzia che questo sguardo così nitido è potente e profondo. Uno sguardo che è vista e cuore insieme. È sguardo dei sentimenti. E oltre che sguardo è anche possibilità di esprimere se stessi, fino in fondo. In maniera del tutto libera.
La dimensione della poesia, come quella dell’immaginazione, si connota come uno spazio in cui il bambino prova un modo per sperimentare e per conoscersi. Un modo per giocare e per imparare. E un modo per avvicinarsi alla bellezza, a quella che è nel mondo ma anche a quella che possiede dentro di sé. Ecco allora che la poesia diviene un modo per fare i conti con la complessità delle cose e della realtà.

“Da grande voglio fare il poeta”, a cura di Azzurra D’Agostino, Electa Kids, settembre 2019

Vi propongo due libri che mi hanno particolarmente colpito e dei quali vorrei parlare qui su Frizzifrizzi. Sono Da grande voglio fare il poeta, a cura di Azzurra D’Agostino, edito da ElectaKids e Un anno di poesia di Bernard Friot, illustrazioni di Hervé Tullet, a cura di Chiara Carminati, per i tipi di Lapis.  

In Da grande voglio fare il poeta, Azzurra D’Agostino ci offre una visione privilegiata di cosa voglia dire per bambini e ragazzi esprimersi poeticamente. Moltissime sono le riflessioni scaturite dall’interiorità dei bambini e tradotte in versi che si possono trovare nei testi di questa raccolta, frutto di una serie di laboratori che l’autrice ha tenuto nelle scuole, a ragazzini che — come lei scrive — «non sapevano di essere poeti». 

L’opera è divisa in due sezioni. La prima parte si intitola Pensieri di cose grandi e raccoglie poesie più filosofiche: domande, riflessioni, parole e pensieri su temi in apparenza “difficili”, a dimostrazione che anche i più piccoli possono confrontarsi con le grandi questioni del mondo. È vero, non c’è domanda che non chieda risposta e la poesia è un modo per porsi interrogativi e provare a tradurli in un frammento di verità. 

“Da grande voglio fare il poeta”, a cura di Azzurra D’Agostino, Electa Kids, settembre 2019
“Da grande voglio fare il poeta”, a cura di Azzurra D’Agostino, Electa Kids, settembre 2019

Mi piacerebbe scegliere una poesia che trovo indicativa per esprimere questo concetto:

La mamma non vuole che le faccia certe domande:
sei contenta di quello che fai?
ti ricordi come pensa un bambino?
sai quali sono i tuoi sogni?
Dice che queste sono domande che fa lei fa a me.
Secondo me invece queste domande
sono per tutti, anche se fanno un po’ svenire.

Ginevra, 8 anni

La seconda parte della raccolta si intitola Pensieri di cose impensate e contiene i testi più divertenti, sorprendenti, buffi e liberi. Che giocano con le parole e con la fantasia. Il confine fra le due sezioni è molto labile, in realtà, perché entrare in contatto con il reale e se stessi significa entrare in contatto con la complessità.
Ad accompagnare i testi i bellissimi disegni dei bambini che hanno partecipato ai laboratori, che mi hanno notevolmente stupita.

“Da grande voglio fare il poeta”, a cura di Azzurra D’Agostino, Electa Kids, settembre 2019
“Da grande voglio fare il poeta”, a cura di Azzurra D’Agostino, Electa Kids, settembre 2019

La propensione alla poesia è prima di tutto sguardo, ma va coltivata anche attraverso l’esercizio di quotidiano. Ed ecco che ci viene in soccorso il secondo libro, una vera e propria “agenda del poeta”.

Bernard Friot, Hervé Tullet, “Un anno di poesia”, a cura di Chiara Carminati, Lapis Edizioni, settembre 2019

Un anno di poesia è un sorta di eserciziario, scritto dal grande Bernard Friot e illustrato dall’altrettanto grande Hervé Tullet. Il testo è stato tradotto ed adattato in italiano dal tocco sapiente di Chiara Carminati, altra autrice che con la poesia ha un rapporto speciale. 

L’opera propone ogni giorno nuovi stimoli per coloro i quali si avvicinano alla poesia cercando di carpirne i segreti e i meccanismi. La stessa Azzurra D’Agostino della sua introduzione a Da grande voglio fare il poeta proponeva ai ragazzi di dedicarsi alla lettura di poesie per trarne ispirazione. 
È proprio questo uno dei molteplici modi che Friot offre a bambini e ragazzi per esercitare la propria capacità artistica ed espressiva. Versi di poeti contemporanei si affiancano alle illustrazioni di Tullet, che sembrano conferire alle parole di Friot il giusto slancio e una valida tensione creativa. 

Bernard Friot, Hervé Tullet, “Un anno di poesia”, a cura di Chiara Carminati, Lapis Edizioni, settembre 2019
Bernard Friot, Hervé Tullet, “Un anno di poesia”, a cura di Chiara Carminati, Lapis Edizioni, settembre 2019
Bernard Friot, Hervé Tullet, “Un anno di poesia”, a cura di Chiara Carminati, Lapis Edizioni, settembre 2019

Oltre a questa palestra fatta di parole ispiratrici, Friot offre piccoli grandi consigli liberatori e affascinanti. Come ritagliare lettere da una giornale e comporre frasi a caso per poi trovarne un senso a posteriori. Osservare manifesti e insegne per la strada memorizzando parole, per poi trovare connessioni, metafore e similitudini, in un climax crescente di complessità creativa.

Insomma, quello di Friot è un invito ad abbandonarsi ad un gioco costante e libero con le parole. Un gioco che non è fine a se stesso ma che ha come scopo quello dell’espressione dell’interiorità di ogni bambino o ragazzo, per metterlo in contatto con se stesso e con le proprie epifanie.
365 giorni di immagini e parole votati alla scoperta della poesia. 

Bernard Friot, Hervé Tullet, “Un anno di poesia”, a cura di Chiara Carminati, Lapis Edizioni, settembre 2019
Bernard Friot, Hervé Tullet, “Un anno di poesia”, a cura di Chiara Carminati, Lapis Edizioni, settembre 2019
Bernard Friot, Hervé Tullet, “Un anno di poesia”, a cura di Chiara Carminati, Lapis Edizioni, settembre 2019
Altre storie
Comrade Kiev: un negozio online di poster comunisti (venduti da un capitalista)