Frizzifrizzi è in vacanza fino a inizio settembre.
Ben the Illustrator, ritratto di Woodrow Phoenix (fonte: behance.net)

Come vanno le cose per gli illustratori? La risposta è in un sondaggio di Ben The Illustrator

Dove lavorano? Da casa? Da un ufficio?
In che settore hanno più clienti? Quanto guadagnano? Hanno incassato più o meno rispetto all’anno precedente? Vengono pagati in ritardo? Fanno lavori gratis?
Come si promuovono? Cosa ne pensano dei social media? Hanno ansie e insicurezze?

È facile, per chi lo guarda dal di fuori, farsi un’idea distorta di quello che è il mondo dell’illustrazione. Ma spesso lo è anche per chi ci sta dentro. Come per tutti i settori, ci sono tante storie, altrettanti punti di vista, approcci e contesti diversi. Proprio per questo, lo scorso anno, l’illustratore britannico Ben O’Brien, in arte Ben the Illustrator, ha avuto l’idea di lanciare un sondaggio tra i suoi colleghi per provare a fare il punto, sondaggio che venne poi anche ripreso e riadattato alla situazione italiana dall’associazione Illustri.

Quest’anno Ben l’ha fatto di nuovo, in collaborazione con HireAnIllustrator.com, portale dell’omonima comunità internazionale di professionisti dell’illustrazione.
All’edizione 2018/19 dell’Illustrators’ Survey hanno partecipato in ben 1443, da tutto il mondo, tra esordienti e nomi già affermati.
I risultati, tra luci e ombre, si possono vedere online oppure scaricare in PDF.

Ben the Illustrator, autoritratto
(fonte: behance.net)
Ben the Illustrator, ritratto di Geo Law
(fonte: behance.net)
Ben the Illustrator, ritratto di Emily Trotter
(fonte: behance.net)
Ben the Illustrator, ritratto di Woodrow Phoenix
(fonte: behance.net)
Ben the Illustrator, ritratto di Sarah McIntyre
(fonte: behance.net)
Altre storie
Tarot-o-bot predice il futuro dell’industria creativa