Marcelo Nava è un fotografo, filmmaker e art director brasiliano che, in un giorno di novembre del 2011, ha messo sul suo profilo Instagram la foto di quella che sembra la manopola di uno stereo. Un cerchio, che è poi diventato il primo di una lunga serie.

Da allora, infatti, Nava non ha più smesso e, quasi 100.000 follower più tardi, è ancora lì che fotografa cerchi. Ha persino lanciato un hashtag, #roundseries, che oggi raccoglie quasi 20.000 scatti, in quella che è diventata un’ode collettiva alla figura geometrica simbolo di unità e indivisibilità, di armonia e perfezione, di movimento senza fine e senza inizio, del tempo che scorre e si ripete — i cicli delle stagioni, i cicli celesti —, nella quasi totalità delle culture e delle religioni il cerchio rappresenta la divinità, il sole, il cielo, il paradiso terrestre, il nirvana, in opposizione al quadrato che invece è simbolo terrestre per eccellenza. Non a caso, nell’architettura cristiana come in quella islamica, ci si trova spesso davanti a strutture cubo-cupola, allegoria di una tensione verso un ordine superiore, di un ideale passaggio di livello dal terrestre alle sfere (appunto) celesti.

Senza scomodare ulteriormente il simbolismo, le architetture sacre e gli studi spirituali, bisogna comunque ammettere che vedere uno sterminato flusso di cerchi dentro al tipico layout quadrato delle immagini di Instagram, un qualche effetto lo produce: destabilizzante, pacificante, anche stimolante, nel vedere come e quanto i cerchi siano effettivamente ovunque, dagli oblò ai bicchieri, dai tombini alle ruote di una bici, dal disco che gira sul piatto a un segnale stradale, dalla cupola di una chiesta (vedi sopra) allo stesso obiettivo della macchina fotografica — l’importante, come sempre, è la giusta prospettiva.

(fonte: instagram.com/marcelonava)

(fonte: instagram.com/marcelonava)

(fonte: instagram.com/marcelonava)

(fonte: instagram.com/marcelonava)

(fonte: instagram.com/marcelonava)

(fonte: instagram.com/marcelonava)

(fonte: instagram.com/marcelonava)

(fonte: instagram.com/marcelonava)

(fonte: instagram.com/marcelonava)

(fonte: instagram.com/marcelonava)