© Petunia Ollister

Le colazioni d’autore di Petunia Ollister diventano un libro

Di colazioni su Instagram se ne vedono tante, troppe e, concorderete, pochissime quelle vagamente interessanti. Da circa un paio di anni, con l’account di Frizzifrizzi seguiamo un solo profilo specializzato in colazioni ed ogni volta che pubblica qualcosa penso a quanto mi piacerebbe far colazione con lei, quanto mi piacerebbe prendermi quel tempo, addentare le morbide brioche, le profumate madeleine, sorseggiare l’aromatico infuso o il caffè bollente e leggere il libro lì affianco, chiacchierando con l’autrice dello scatto.

Lei è Petunia Ollister, il suo è uno pseudonimo e un bellissimo account su Instagram, nella vita vera è “una seriosa conservatrice di beni culturali” che, complice un’insonnia cronica, legge avidamente.
Era il gennaio 2015 quando Petuna si sedette a fare colazione, poggiò il libro che stava leggendo sul tavolo e si accorse che la tazza lì accanto aveva lo stesso colore della copertina, che la marmellata sul pane era in armonia con il lettering, e decise così di scattare una foto e pubblicarla.

L’interesse fu immediato, tanto che fin da subito i suoi scatti trovarono ospitalità su Robinson, l’inserto culturale di Repubblica, ed ora, a due anni di distanza, sono confluiti in un libro edito da Slow Food, che esce oggi, 4 ottobre.

Petunia Ollister, “Colazioni d’autore”, Slow Food, 2017

Il libro, che si intitola Colazioni d’autore #bookbreakfast (l’hashtag che l’autrice usa), racconta altri libri, fotografati accanto a colazioni da tutto il mondo.
Da Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll ad Afrodita di Isabel Allende, da Le correzioni di Jonhatan Franzen ad Alla ricerca del tempo perduto di Marcell Proust, e poi ancora Gli arancini di Montalbano di Andrea Camilleri, Il ristorante dell’amore ritrovato di Ito Ogawa. 74 libri a cui è abbinata una ricetta, una ricetta spesso trovata tra le pagine del libro o semplicemente suggerita, evocata dalla lettura.

P.s.
Ho appena scoperto che, aprendo la sovraccoperta, trovi le tracce per allestire una colazione: piatto, bicchiere, tazza, cucchiaioni, tovagliolo, forchetta e, ovviamente, libro.
E che dire? Lo trovo bello!

© Petunia Ollister
© Petunia Ollister
© Petunia Ollister
© Petunia Ollister
© Petunia Ollister
© Petunia Ollister
© Petunia Ollister
© Petunia Ollister
© Petunia Ollister
© Petunia Ollister
co-fondatrice e caporedattrice

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre storie
La magia della scrittura a mano: un libro sulla grafia di 140 grandi personaggi del passato