Jean Jack: in caso di pioggia, vento o… sole

jean_jack_1

Se piove che fai? Ti metti il trench, elegante evergreen ma lo sai in fondo si bagna anche quello. Quindi prendi l’ombrello, già ma se non sei la dea Kali con quale mano reggi borsa, smartphone e tutto il resto? Allora prendi un K-way o un impermeabile da pescatore magari giallo, con quelli non ti bagni di certo, ma che tristezza…

I ragazzi australiani di Jean Jack per risolvere il dilemma di cui sopra hanno disegnato 3 coloratissimi capi anti pioggia. Sono Woodsman, Collab, e Tropic. Antivento, antipioggia ma loro scrivono: «li chiamiamo Allwear, perché non ci sono regole, non ci sono limiti. Per esprimere la tua identità, non importa vento, pioggia o sole».

E aggiungono: «le nostre giacche sono leggere, 100% resistente all’acqua, unisex e colorate dentro e fuori. Stiamo trasformando i noiosi e monotoni indumenti impermeabili in espressivi, audaci e colorati allwear».

Realizzati in collaborazione con la band Art of Sleeping perché fossero adatti agli amanti della musica. Il modello Collab è disegnato da Jack Vanzet, che ha lavorato con Vance Joy e Chet Faker, perfetto perciò per i Festival in caso di pioggia e non solo.

jean_jack_2

jean_jack_4

jean_jack_3

jean_jack_5

Altre storie
LenzuoLino: la riscoperta di un “nuovo” antico lino passa per un corredino da culla