Womsh | FW2014/15

womsh_00

Prestate attenzione perché questo giovane ed italianissimo marchio di sneaker ha messo su un sacco di carne al fuoco!
Partiamo dal nome WOMSH è un acronimo e sta per Word Of Mouth Shoes. Il passaparola per loro diventa progetto di vendita.
Chi acquista un paio di Womsh online, può invitare un amico a visitare il sito, se anche l’amico acquista, ottiene un bonus di 20 euro per ogni paio acquistato con il “codice invito”.

Quanto alla produzione, le sneaker Womsh nascono ad impatto zero, infatti le emissioni di CO2 generate durante il ciclo di produzione sono compensate con la creazione e la tutela di alcune aree boschive in Italia.
Womsh infatti partecipa a Impatto Zero®, un progetto di LifeGate, che misura, limita e compensa le emissioni di CO2 generate dalla fabbricazione, l’impiego di risorse, la spedizione del prodotto e lo smaltimento a fine vita.
Come prova l’occhiello verde che si trova sulla tomaia di queste scarpe.

Non è finita qui, perché le Womsh si riciclano. Basta depositare le usurate sneaker negli appositi contenitori situati all’interno di alcuni punti vendita, per ottenere 10 euro in contanti o un buono sconto valido per l’acquisto di un nuovo paio.
Womsh aderisce al progetto I Giardini di Betty, un’idea nata in esosport®, “ramo” sportivo della ESO.
Dove l’obiettivo generale di ESO è minimizzare l’accumulo dei rifiuti in discarica e esosport® è stato pensato per il riciclo delle calzature da running e da ginnastica.

Ciò premesso passiamo alla collezione FW2014/15 realizzata interamente in Italia, utilizzando pelle lavata ad effetto vintage, con l’interno foderato in spugna e il sottopiede rivestito in pelle in modo da garantire stabilità e comfort assoluto.
3 linee: Runny, Bask e Snik.

Snik
Snik
Snik
Snik
Runny
Runny
Runny
Runny
Bask
Bask
Bask
Bask
Altre storie
Tradurre la natura e l’arte in gioielli e oggetti: intervista a Gala Rotelli