Partecipa al Booktober. Dal 1º al 31 ottobre.

#Notmynonni

notmynonni

Questo è un post per vecchi. Un post che fa il tifo per i vecchi. Non gli anziani, ma proprio i vecchi.
Quelli che camminano col bastone, che stanno al sole, che guardano quelli che lavorano perché non hanno nulla da fare tutto il giorno e che inevitabilmente sono dei fuori classe nel giocare a carte.

I vecchi, quelli che «non accettare le caramelle degli sconosciuti». I vecchi, sì, proprio loro. Quelli che la pensione ce l’hanno avuta perché l’hanno sudata, quelli che hanno fatto la guerra per noi, o che sono nati durante la guerra. Quelli che ti hanno portato alle giostre da piccolo, dal barbiere, quelli che ti allungavano le 10 mila lire.
Ma sì i vecchi, con la lacca, la brillantina Linetti, la dentiera nel bicchiere sul comò, la pasta fatta in casa, la sciarpa a maglia, il rossetto sempre rosso e lo smalto sempre perfetto.

Quelli che mille volte ti raccontavano la stessa storia di quando eri bambino, e che ogni volta dovevi far finta di non ricordarla. Quelli che ancora ogni tanto guidano bruciando la frizione con una disinvoltura imbarazzante.
Quelli da cui ti lasciavano quando i tuoi andavano a lavoro, quelli lì insomma: che quando sono i tuoi nonni sono simpaticissimi, ma quando sono quelli degli altri li chiamiamo appunto vecchi e ogni tanto rincoglioniti.

Ecco, questo post è dedicato a loro, a quei vecchi lì. Che prima erano i nostri nonni, tra un po’ saranno i nostri genitori e se ci campiamo (altra espressione da vecchi) saremo noi.

Il progetto NotMyNonni li cerca in giro per l’Italia per fotografarli. A futura memoria.
Quei vecchi siamo noi, tra qualche anno. Io, poi, per fortuna sono già abbastanza vecchio dentro, per cui è solo una questione di fisico e di tempo: ma la copertina e il divano mi piace già da un sacco di tempo.

L’account Instagram è più aggiornato del sito, ecco qui qualche foto. Se pubblicate foto di vecchi, in Italia, usate l’hashtag #notmynonni

contributor
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.