fbpx
eulalia 01

Eulalia b | FW 2013/14, Estrellas y Limones

eulalia 01

A me mi piaceva pure quando avete detto ‘sono stanco di essere uomo’ perché è una cosa che pure a me mi succede, però non lo sapevo dire” (cit.).

Credo che sia strano (ma bello allo stesso tempo) trovare, al posto della classica descrizione che faccia sapere vita morte e miracoli di una persona, una poesia.
E la poesia che ho trovato nel sito di Eulalia b è Walking Around di Neruda. Mica una poesia di quelle semplici semplici, direte voi.
Proprio per niente, dico io.

Che mica voglio mettermi ad analizzare ogni verso del buon Pablo, ma è ovvio che la scelta di un poema del genere non sia stata fatta a caso.
Bisogna quindi sapere che Eulalia è una ragazza spagnola (di Barcellona, per essere precisi) che vive a Milano dal 2007, e proprio come capita a tutte le persone che lasciano casa per (provare) ad averne un’altra altrove, all’inizio capita così: tutto è diverso.
La fisionomia delle persone, le voci, i cartelli stradali, il tizio al Mc Donald’s e la frase «basta così?», la signora alla cassa che ti chiede se hai la tessera, il ragazzo che vuole accendere, i discorsi, i luoghi, i bus, la metro, i bar, i caffè, le mattine, le sere, le persone con le quali condividerai tutte le cose che, dopo un po’, diventeranno “normali”.

Proprio così Eulalia ha iniziato a vivere Milano e, dopo aver frequentato un corso di sartoria all’Accademia Teatro Alla Scala e dopo aver lavorato come costumista e sarta per la televisione e il teatro, ha deciso di creare il suo brand: Eulalia b.
Eulalia si occupa di tutto, dall’etichetta (che viene creata con stampa serigrafica, imparata da suo padre) al cartamodello, passando per la cucitura e la scelta dei tessuti, proprio come ha fatto per quest’ultima collezione “Estrellas y Limones”.

Si sa, però, che di questi tempi vendere non è cosa facile, per questo potete trovare, supportare e comprare pezzi della collezione di Eulalia per altri 70 e passa giorni su Wow/Cracy più precisamente qui, progetto di crowdfunding che, se andrà a buon fine, permetterebbe ad Eulalia di essere presente durante la prossima edizione di Super, progetto di Pitti Immagine e Fiera Milano che si terrà nel capoluogo lombardo dal 21 al 23 Settembre 2013.

Questa collezione è composta da “abiti corti e lunghi. Le sagome femminili sono fatte di volumi, tessuti, texture e materiali che evidenziano la femminilità di una donna elegante e contemporanea”, proprio come possiamo vedere nelle linee ad A e a trapezio degli abiti, i cui colori sono il nero, il blu e il grigio, ma caratterizzati da piccolissime stelline multicolor che riprendono alla perfezione un’altra frase dalla quale Eulalia si è sempre sentita rappresentata: “la sua testa era fatta di stelle, ma non erano ancora organizzate in costellazioni” (cit. Elias Canetti).

contributor

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
charles martin rawpixel 9
Tesori d’archivio: le illustrazioni di moda di fine ‘800 / inizio ‘900