7am | Chiara Nocentini

7 opere e 7 domande, alle 7 di mattina, ad illustratori che si svegliano presto o non sono ancora andati a dormire.
Oggi è la volta di Chiara Nocentini

Ciao Chiara, di dove sei, quanti anni hai e da quanto fai l’illustratrice?
Ciao, sono nata a Viareggio e sono cresciuta a Castelfiorentino in provincia di Firenze, ho 41 anni e faccio l’illustratrice dal 1997.
Dieci anni fa mi sono trasferita a Milano dove vivo.

Matita o penna grafica?
Lavoro sempre al computer, ma parto schizzando su un blocco di carta a matita, anzi ad ogni nuovo lavoro mi piace andare al negozio di belle arti e acquistarne uno nuovo, ho la sensazione di iniziare bene.
Disegno moltissimo perché mi piace studiare le situazioni, gli ambienti, i personaggi, disegnarli molto significa conoscerli e farli propri.

Cosa fai quando non disegni?
Tutto! Pascolo i bambini al parco, chiacchiero con le amiche al bar, curioso nei mercatini, nelle librerie, alle mostre. Cerco di stare più tempo possibile fuori casa/studio, amo l’aria aperta e camminare, consumo le suole delle scarpe in poco tempo per questo… Se sto ferma, leggo, oppure faccio delle incisioni, oppure cucio, oppure semino, annaffio il mio piccolo orto.

Cosa c’è sulla tua scrivania?
Il caos, fogli matite, foto, giornale, forbici, etc..

Un disegno pesa quanto…
L’anima.

Un libro di cui vorresti illustrare la copertina e un film di cui vorresti fare il poster.
Il cavaliere inesistente di Italo Calvino e Please Don’t Eat the Daisies (1960).

Un illustratore o un’illustratrice (possibilmente italiano) che mi consiglieresti?
Federico Bertolucci.

co-fondatrice e caporedattrice

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre storie
Parks: da Standards Manual un libro dedicato a oltre un secolo di grafica e comunicazione dei Parchi Nazionali americani