Liora Lassalle | FW2013

La differenza dovrebbe essere mostrata nell’essere diversi, nel differenziarsi, anche con l’uso dell’abbigliamento. Nell’epoca attuale il corpo diventato teatro delle metamorfosi viene rivestito dall’abito in modo da comunicare messaggi, dire e raccontare.
Tra desiderio di appartenenza e distinzione viviamo nel costante conflitto tra sogno di essere come tutti gli altri e ricerca di indipendenza, per acquisire un senso di individualità e originalità.

Nella società di hunters/cacciatori, dall’inesauribile creatività ed impellente esigenza di un cambiamento incessante, domina la tendenza della ricerca ininterrotta di capi d’abbigliamento che autorizzino la differenziazione e consentano di descrive universi disparati, perciò, si impone la necessità di trovare abiti unici, provenienti anche dalle collezioni di moda.

Tra i capi d’abbigliamento singolari che segnano la differenza, e concedono di dare vita a personaggi provenienti da altri luoghi, è esemplare la collezione della stilista Liora Lassalle fatta di abiti teatrali, che sembrano costumi, ispirati alla moda del diciottesimo secolo, interpretati secondo una visione personale e riletti alla luce del ventunesimo secolo.
Nella vetrina espositiva di Estethica, durante la London Fashion Week Autumn/Winter 2013, Liora Lassalle si distingue presentando la prima collezione, una capsule collection di pochi capi, che esprime valori etici e ambientali.
La stilista emergente sperimenta il mix di materiali e tessuti riciclati con tessuti pregiati come la seta e tessuti naturali eco-sostenibili come la canapa, la iuta e la lana.
Nella collezione colori fluorescenti, luminosi, iridescenti, cangianti, T-shirt con innesti di metariali riflettenti, dettagli di perle, di pizzo vintage, e colori sintetici che ricordano i colori delle metropoli, traslati dalle strade sulle passerelle, per poi tornare ad essere sulle strade.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre storie
Il Segno della tua voce in un gioiello