7 opere e 7 domande, alle 7 di mattina, ad illustratori che si svegliano presto o non sono ancora andati a dormire.
Oggi è la volta di Rashetti.

Ciao Rashetti, di dove sei, quanti anni hai e da quanto fai l’illustratore?
Ciao, io sono di Ginestreto, un piccolo paesino in provincia di Pesaro (nelle Marche).
Ho 27 anni e da circa due faccio l’illustratore.

Matita o penna grafica?
Le uso entrambe. Per lo sketch iniziale solitamente uso una matita azzurra, in modo da non creare un bordello di linee sul foglio. Poi passo alla matita definitiva e poi alla china. Dopodiché scansiono tutto e passo a Photoshop, dove rifinisco la china e coloro (anche se molte delle illustrazioni che ho fatto fin ora sono state colorate dal mio amico colorista Marco Montironi).

Cosa fai quando non disegni?
Quando non disegno mi alleno. Sono un mezzo fissatone per la palestra (ahahah). Poi ovviamente esco a farmi le serate con gli amici come fan tutti i ragazzi della mia età. Diciamo che ho una vita fin troppo normale.

Cosa c’è sulla tua scrivania?
Sulla mia scrivania regna il caos più assoluto. Tra il Mac, una miriade di fogli, matite, pennarelli… probabilmente a breve si creeranno anche delle nuove forme di vita. L’ordine non fa proprio parte di me.

Un disegno pesa quanto…
Un disegno pesa quanto il mondo.

Un libro di cui vorresti illustrare la copertina e un film di cui vorresti fare il poster.
Mi piacerebbe illustrare la copertina di Cappuccetto Rosso, è una favola che mi piace veramente tantissimo.
Per quanto riguarda il film a cui vorrei fare il poster…direi i Goonies. Il meglio del meglio.

Un illustratore o un’illustratrice che mi consiglieresti?
Katya Longhi. E’ veramente bravissima!

co-fondatrice e caporedattrice

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Flickr/Week(r) | Presenze