7 opere e 7 domande, alle 7 di mattina, ad illustratori che si svegliano presto o non sono ancora andati a dormire.
Oggi è la volta di AkaB (qui il suo blog e qui la sua pagina Facebook).

Ciao AkaB, di dove sei, quanti anni hai e da quanto fai l’illustratore?
Milano. Nato è cresciuto. 36. Da venti.

Matita o penna grafica?
Molto probabilmente è legato al fatto che ho bruciato diversi hardisck nella mia vita perdendo molti file e disprezzando diverse divinità.
Ergo non credo sia una buona idea ridurre tutto il mio lavoro in pixel.

Cosa fai quando non disegni?
In che senso?
Vuoi una lista di tutte le azioni che compio oltre al disegnare? Tipo camminare, obliterare, guardare, ascoltare, ricordare, distogliere, spostare coperchi ecc penso siano troppe da elencare.

Cosa c’è sulla tua scrivania?
Cazzo un altra lista… Libri, casse, monitor, hardisch (non bruciati), scanner, altri libri, robe per disegnare, posacenere a forma di palla n.8, Ganesh, una mandorla, monete e il liber al vel legis di Crowley.

Un disegno pesa quanto…
Una cantina nella mente.

Un libro di cui vorresti illustrare la copertina e un film di cui vorresti fare il poster.
Stessa risposta per entrambe le domande: Fahrenheit 451.

Un illustratore o un’illustratrice che mi consiglieresti?
Dario Panzeri.

co-fondatrice e caporedattrice

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Soviet Visuals: l’estetica sovietica in un libro