Se vi trovate dalle parti di Palermo, no non in Sicilia, ma nel noto quartiere residenziale di Buenos Aires, non importa come siete arrivati fin lì e perché, sono certa avrete i vostri buoni motivi, ma vi consiglio di seguire le tracce olfattive che vi portano dritti dritti alla Boutique Chicco Ruiz, dove oltre ad intere pareti ricoperte di piante, che regalano l’immagine di una primavera perenne, troverete strutture in legno sbiancato piene di particolarissime calzature fatate.

Sono realizzate dalla designer Lourdes Chicco Ruiz in modo completamente artigianale. Lourdes è nata nel 1980 a Santiago del Estero, nel nord dell’Argentina . Si trasferisce a Buenos Aires, per frequentare il Fashion Design College e poi il Laboratorio FLB interamente dedicato alla calzature e nel 2005 inizia a farsi le scarpe da sola, solo nel 2007 decide di creare una collezione per il pubblico, una piccola produzione di pezzi unici, realizzati a mano per donne e bambini. Pezzi in cui lei trasferisce le sue radici indigene sia nella fase di progettazione che di realizzazione.

Il suo lavoro consiste nella sperimentazione continua di nuove texture e materiali: capretto, camoscio, mondongo, pelle di pesce, peli, tessuti vintage, acrilico, rafia, giocando con dettagli insoliti come bottoni, anticaglie, frange, pizzi, nastri, rattan intrecciato chiamato “Totoras” made in Santiago del Estero, che lei utilizza per realizzare non più di sei paia di scarpe per ogni modello; ogni pezzo però non è mai realmente uguale all’altro perché Lourdes crede nel lavoro manuale e nella forza dell’imperfezione impercettibile che rende ogni pezzo unico.