7 opere e 7 domande, alle 7 di mattina, ad illustratori che si svegliano presto o non sono ancora andati a dormire.
Oggi è la volta di Strambetty.

Ciao Strambetty, di dove sei, quanti anni hai e da quanto fai l’illustratrice?
Ciao sono di Cucciago, un brianzolo paesino tra mobilifici e merletti.
Ho 29 anni e disegno da quando ero una nana con gli occhiali di gomma.

Matita o penna grafica?
Carta velina e rapidograph.

Cosa fai quando non disegni?
Invento parole nuove, faccio video animati, coloro antine e cassetti, cucino torte di mele, dormo poco, brontolo e litigo con la pressione bassa.
Il tutto con un’inconsolabile lentezza.

Cosa c’è sulla tua scrivania?
Fogli stropicciati, 2 rapidi, 2 micromine, liquirizie, computer, un gatto vivo, una lente di ingrandimento, cassetti, smalti, tovagliolini di gelaterie, tazza di tè.

Un disegno pesa quanto…
Quanto una montagna in un giorno di nebbia.

Un libro di cui vorresti illustrare la copertina e un film di cui vorresti fare il poster.
Penso alla copertina dello Struwwelpeter di Heinrich Hoffmann, una raccolta di filastrocche adorabili e al film di Guy Maddin, The saddest music in the world.

Un illustratore o un’illustratrice che mi consiglieresti?
Evan B. Harris, John Casey mentre in Italia tifo Missgoffetown.

co-fondatrice e caporedattrice
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.