fbpx
002

7am | Lara Ferri e Luca Nocera, Photoreclame

002

7 opere e 7 domande, alle 7 di mattina, a fotografi che si svegliano presto o non sono ancora andati a dormire.
Oggi è la volta di Lara Ferri e Luca Nocera, Photoreclame.

Ciao Lara e ciao Luca, quanti anni avete e di dove siete? Da quanto scattate foto?
Lara: ciao! Ho 32 anni e sono nata a Parma, ma ho vissuto un po in giro per il mondo.
La mia prima vera foto artistica è stata scattata negli anni del liceo, intorno ai 18 anni. Da li pian piano ho iniziato ad appassionarmi a questa bizzarra “scatola magica” fino ad arrivare a iniziare seriamente ad intraprendere questa strada a 20 anni.
Luca: ciao, ho 33 anni e scatto foto da quando ho ricevuto in regalo la mia prima reflex a pellicola a 15 anni.

La vostra attrezzatura?
Lara: la mia attrezzatura attuale è un Canon Mark II con relative ottiche, ma fin dai primi anni ho avuto la fortuna di lavorare un po’ con tutti i tipi di attrezzature, dal piccolo al grande formato, soprattutto in pellicola. Il mitico banco ottico non si scorda mai!
Luca: al momento utilizzo Canon digitale per il lavoro e Yashica T4 e polaroid per progetti personali.

014

Cosa fate quando non fate foto?
Lara: amo molto viaggiare e conoscere più luoghi e persone possibili, sono curiosa e mi piace scoprire il mondo. Inoltre amo molto l’arte in generale, soprattutto le correnti contemporanee.
Da sempre adoro il vintage e mi diverto a girare per mercatini alla ricerca di qualche pezzo che mi incuriosisca e che mi accenda la scintilla da cui partire per creare: un look, una foto, un accessorio ecc.
Luca: sono appassionato di cinema e appena posso guardo film.

Descrivimi la tua stanza.
Lara: la mia stanza… quale? Negli anni sono stata un po’ nomade, cambiando spesso luoghi e case, perciò la stanza che sento sempre facente parte di me è la mia camera, nella casa dei miei genitori dove sono cresciuta.
Ha assunto varie forme nel tempo, da tutta rosa confetto in perfetto stile baby, a tappezzata di poster negli anni dell’adolescenza, ad oggi piena di oggetti che mi ricordano e rappresentano i miei viaggi ed i miei amici.
Luca: Al momento mi sto trasferendo a Londra… quindi sono senza stanza.

La tua macchina fotografica pesa quanto…
Lara: direi assolutamente troppo!
E’ da sempre che vorrei una macchina fotografica incorporata all’occhio, con un sol battito di ciglia poter catturare quegli attimi che a volte con la macchina non riesci.
Luca: la Canon credo sui 3 kg.

024

Se il tuo immaginario fosse un film? O un libro?
Lara: direi il film L’Amante di Jean-Jacques Annaud.
Per me racchiude uno stile di un vissuto vero ma raffinato ed elegante, quei sapori e quei colori caldi degli anni ’30.
Luca: Hollywood, Hollywood di Bukowsky.

Un fotografo/a che mi consigli di tener d’occhio?
Lara: da anni seguo la bravissima Francesca Galliani, una foto-artista che realizza immagini sulle quali poi interviene in modo pittorico e grafico.
In assoluto il mio fotografo vivente preferito è l’inglese Rankin, ha un gusto e una fantasia pazzesca, ama realizzare scatti forti e di grande impatto, utilizzando spesso materiali inusuali e di tutt’altro impiego, vedi ad esempio i suoi scatti di beauty.
Luca: Richard Kern.

033

043

054

064

Altre storie
Quello che cera una volta cover
Quello che c’era una volta: se le vecchie fiabe vengono sconvolte dalla crisi climatica