7am | Andrea Settimo

7 opere e 7 domande, alle 7 di mattina, ad illustratori che si svegliano presto o non sono ancora andati a dormire.
Oggi è la volta di Andrea Settimo.

Ciao Andrea, di dove sei, quanti anni hai e da quanto fai l’illustratore?
Vengo dalla provincia di Padova, classe 1990, faccio fumetti in maniera “consapevole” da poco più di tre anni, le illustrazioni da un po’ meno tempo.

Matita o penna grafica?
Prevalentemente analogico, matite, penne e pennelli.
Col computer sono un po’ una pippa, ma sto imparando.

Cosa fai quando non disegni?
Niente di particolare.

Cosa c’è sulla tua scrivania?
Pennelli, chine, gli acquerelli, gli acrilici, un paio di tazzine da caffè vuote, un paio di libri…

Un disegno pesa quanto…
Un disegno non pesa, forse alleggerisce il peso di altre cose…

Un libro di cui vorresti illustrare la copertina e un film di cui vorresti fare il poster
“I Canti” di Maldoror di Lautrémont e “A Serious Man” dei Coen.

Un illustratore o un’illustratrice che mi consiglieresti?
Mi piacciono molto i lavori del mostro a due teste Lise-Talami, anche Ratigher mi ha appassionato molto in quest’ultimo periodo.

Altre storie
La Perruque: una rivista stampata sugli scarti di produzione delle tipografie