7am | Enrico Rizzato

7 opere e 7 domande, alle 7 di mattina, a fotografi che si svegliano presto o non sono ancora andati a dormire.
Oggi è la volta di Enrico Rizzato (qui il su blog).

Ciao Enrico, quanti anni hai e di dove sei? Da quanto scatti foto?
Ciao, ho 30 anni, sono di Vicenza ma vivo a Milano da 6 anni.
Alla prima comunione mi regalarono una compatta, quello fu il primo inconsapevole approccio. Ho iniziato a dedicarmi più seriamente dal 2001 circa.

La tua attrezzatura?
Troppa! Sono sempre stato, e continuo ad esserlo, molto legato all’analogico e nel tempo ne ho accumulata un po’. Dal banco ottico al 35mm passando per il medio formato. Quando posso scatto con l’Hasselblad, ma riconosco anche i vantaggi del digitale; una reflex o una compatta digitale è sempre con me.

Cosa fai quando non fai foto?
Sto (troppo tempo) davanti al computer, skateo, ascolto musica, torno a Vicenza: faccio cose vedo gente.

Descrivimi la tua stanza.
Piccola. Una scrivania dove regna il caos. Una valigia sempre pronta. Libri, riviste, foto, disegni e appunti.

La tua macchina fotografica pesa quanto…
… l’aria, se porto a casa una buona foto.

Se il tuo immaginario fosse un film? O un libro?
Film, Lords of Dogtown.
Libro, Pane e Tempesta di Stefano Benni.

Un fotografo/a che mi consigli di tener d’occhio?
Bruno Pulici.

Altre storie
Il nuovo numero di Fukt Magazine, la rivista internazionale dedicata al disegno