Givenchy Make Up | SS2012

Per scelta editoriale, da queste pagine parliamo di cosmetici, profumi e prodotti make up solo dopo averli provati, a condizione che la prova sia soddisfacente. Non parliamo di prodotti che non ci piacciono e questo non perché siamo troppo buoni o ossequiosi, piuttosto per il motivo opposto: parlare male di qualcosa regala comunque visibilità.

Ciò premesso, questo post costituisce una delle rarissime eccezioni in materia. Io non ho provato la bella collezione di Make up SS2012 di Givenchy, che vedete nelle immagini, ma ve ne parlo comunque perché come ho premesso la trovo molto bella ed inoltre ho avuto modo di testare i loro prodotti non più tardi di un anno fa, quindi confido che la qualità sia rimasta la stessa.

La collezione «Instant Bucolique», nasce nei prati, all’aria fresca, tra i campi di grano ancora verdi, macchiati qua e là dal rosso dei papaveri, che sbocciano ai primi raggi di sole e scompaiono veloci come un capriccio.
Lo sa anche chi vive in città, il papavero è un fiore delicato, capriccioso ed effimero, danza nel vento, trattenuto da un filo sottile. Frizzante e sbarazzino, tra il rosso della passione e l’allegria dell’ arancione.
Ma il rosso del papavero non è l’unico colore, c’è il giallo tenue ma deciso della colza e l’azzurro del giacinto selvatico.

Le Prisme Visage Bucolique
Poudre compacte unique – Éclat Printanier
Bucolic Blossoms N°1
Una palette che riproduce un prato fiorito, cosi come lo avrebbero rappresentato, visto dal cielo, dei pittori puntinisti. Una polvere compatta in colori delicati, freschi e bucolici!

Le Prisme Blush Bucolique
Fard à joues unique – Frissons champêtres
Bucolic rose N°1 e Bucolic poppy N°2
Il Rosa o il rosso, rubato ai papaveri, rendono fresco il viso e sottolineano lo sguardo regalando un effetto vellutato.

In edizione limitata:

Le Prisme Yeux Quatuor
Bucolic blossoms N°79
Qui la Primavera, ruba il marrone del legno e della terra, il rosa dei fiori dell’albero da frutta, il verde dell’erba tenera, il malva dai fiori di campo e poi si fa tascabile.

Rouge Interdit I Gloss Interdit I Vernis Please !
Bucolic poppy N°54, Bucolic poppy N°32 e Bucolic poppy N°177
Il rosso del papavero qui tinge labbra e unghie per completare l’armonia di questo omaggio alla Natura.

co-fondatrice e caporedattrice

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
LenzuoLino: la riscoperta di un “nuovo” antico lino passa per un corredino da culla