7 opere e 7 domande, alle 7 di mattina, ad illustratori che si svegliano presto o non sono ancora andati a dormire.
Oggi è la volta di Ugo Schiesaro.

Ciao, di dove sei, quanti anni hai e da quanto fai l’illustratore?
Ciao. Ho 23 anni, sono di Padova, ma da un paio d’anni è più facile trovarmi a Bologna.
Il 10 ottobre 2000 ho deciso che da grande mi sarei guadagnato il pane disegnando, però la cosa si sta rivelando molto complicata.

Matita o penna grafica?
Penna grafica e pennello.

Cosa fai quando non disegni?
Per lo più delebile, altrimenti suono i sintetizzatori sul computer, per conto mio.
Ultimamente mi gaso tutto all’idea di mettere in piedi uno studio serigrafico casalingo.

Cosa c’è sulla tua scrivania?
Uno spazio vuoto per fogli/computer+tavoletta, e poi un porcile (che non sopporto).

Un disegno pesa quanto…
Il tempo che ti prendi per realizzarlo.

Un libro di cui vorresti illustrare la copertina e un film di cui vorresti fare il poster.
“Gli scarafaggi non hanno re” di Daniel Evan Weiss e la prima trilogia zombie di George A. Romero.

Un illustratore o un’illustratrice che mi consiglieresti?
Bianca Bagnarelli e Marco Tavarnesi,ma vedo che qui sono già stati intervistati!
Poi Andrea Settimo, Ilaria Boscia, e se potessi andare sull’internazionale da tempo sto strippando duro per Jonny Negron e Jesse Balmer.