Katie-Maree Cole | SS2012

All’età di tre anni Katie-Maree Cole era affascinata dal design, dai colori e soprattutto dal senso di avventura incarnato dai costumi.
Oggi la Cole lavora ad Auckland dove, dal 2009, realizza abiti ispirati a quegli stessi costumi che tanto l’avevano affascinata da bambina.
Ovviamente i suoi vestiti sono assolutamente portabili e privi di elementi troppo vistosi, ma nè il sogno nè la spensieratezza hanno mai abbandonato il suo concept stilistico.

Possiamo infatti notare l’uso delle balze, applicate su vestitini azzurro pallido e gonne rosa zucchero filato, a ruota e un po’ a vita alta, da abbinare a camicette dalle maniche a farfalla. La stilista sfrutta a suo vantaggio anche l’elemento animalier, ma in una veste per nulla aggressiva, in quanto la Cole realizza con questa fantasia una semplicissima t shirt e un abito da cocktail portabile anche di giorno. Persino la tuta si arricchisce di un appeal romantico, abbinandosi a tessuti floreali e maniche in pizzo bianco.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
LenzuoLino: la riscoperta di un “nuovo” antico lino passa per un corredino da culla