7am | Ludovica De Santis

7 foto e 7 domande, alle 7 di mattina, a fotografi che si svegliano presto o non sono ancora andati a dormire.
Oggi è la volta di Ludovica De Santis.

Ciao Ludovica, quanti anni hai e di dove sei? Da quanto scatti foto?
Ho venti anni e sono cresciuta in un paesino vicino Roma. All’età di quattordici anni mi sono trasferita a Roma per frequentare il liceo. I primi due anni sono stata in collegio. Ora vivo a Parigi e studio Storia dell’Arte alla Sorbonne.
Scatto foto da pochissimo, solo un anno.

La tua attrezzatura?
La mia attrezzatura è composta dalla mia Macchinetta Fotografica Canon Eos 1000d, e la mia nuovissima Minolta 700x, e qualche materiale improvvisato.

Cosa fai quando non fai foto?
Vado all’università, disegno, guardo film, esco, mi diverto e mi godo Parigi.

Descrivimi la tua stanza.
La mia stanza ora è molto piccola: ho una bellissima coperta a pois e un letto a castello.
Una finestra che da sul cortile interno del palazzo, e uno stendino.

La tua macchina fotografica pesa quanto…
La Canon relativamente poco. La Minolta per quanto piccola, pesa davvero tanto!

Se il tuo immaginario fosse un film? O un libro?
“Little Miss Sunshine” di Jonathan Daton e Valerie Faris, Here (short-movie) di Spike Jonze, e un libro, penso La Compagnia dei Celestini.

Un fotografo/a che mi consigli di tener d’occhio?
Beh sicuramente Annalaura Masciavé e Federico Maria Tribbioli.
Sono due fotografi romani: soggetti e approccio molto diversi ma mi piacciono molto.

Altre storie
Tesori d’archivio: le xilografie di Shōtei