Partecipa al Booktober. Dal 1º al 31 ottobre.

Tested | Angel Eau de Toilette di Thierry Mugler

Un profumo stranoto come Angel, evoca in ognuno, anche quelli che come la sottoscritta non ha mai neanche pensato di usarlo, qualche ricordo. Tutti ricordano la stella  di azzurro spendente.

Angel, o lo si odia o lo si ama, ma c’è anche una terza via, si può amare molto una persona che lo indossa fino al punto da “amare” di rimando anche il suo odore. Questo è il mio caso, Angel per me è mia cugina Mita, che lo ha usato per qualche anno. Per me, sa di ricci (capelli ricci ), maglioni di lana pesanti, con le maniche tirate fino a coprire le dita, lunghe sessioni di confidenze e segreti, le due Frau rosa in camera mia, impregnate per ore, anche dopo che lei era partita…

Così ho sorriso quando ho letto quello che ha dichiarato Thierry Mugler:
“Ho sempre voluto creare un profumo che potesse avere una risonanza per tutti, qualcosa che evocasse la tenerezza, l’infanzia. Avevo voglia di avere un contatto talmente sensuale con questo profumo, al punto da aver quasi voglia di mangiare la persona amata che lo indossa”
Verissimo!

Angel è nato nel lontano 1992, ed è il primo profumo del genere “Orientale-Gourmand” che rivoluziona un po’ i codici della profumeria.
Frutto, come sempre, dei ricordi d’infanzia di Thierry Mugler assembla: frutti rossi, praline, vaniglia e patchouli.
Risveglia la femme fatale celata in ciascuna donna, trasformandola in diva glamour.
Vent’anni più tardi, nel firmamento appare un nuovo astro, una cometa fluttuante, che vuole trascinare nella propria scia una nuova generazione di donne. La star diventa icona moderna, ma l’istinto di seduzione resta intatto.

Angel Eau de Toilette non ha solo una diversa concentrazione, ma è una nuova creazione olfattiva , immaginata da Amandine Marie.
E’ diventato “Orientale-Gourmand-Poudrée”, per un nuovo fascino, intessuto di dolcezza e raffinatezza.
Composta da tre onde che si fondono:

Onda celeste
Un effluvio di purezza: l’odore del vento, del cielo e dell’infinito.
Il bergamotto è l’energia di questo soffio di freschezza. Per Angel Eau de Toilette s’incontra con le bacche rosa in un accordo in movimento, al contempo prorompente e leggermente pepato.

Onda deliziosa
Il piacere delle gourmandise di un tempo, la voluttà dei dolci dell’infanzia, l’emozione della trasgressione.
La golosità diventa delicata e vaporosa: la pralina è giocata in tocchi leggeri, i frutti rossi e polposi si lasciano mordere o trasformare in gelatina acidula…

Onda voluttuosa
Sotto l’apparente candore, lo sconvolgente accordo patchouli-vaniglia è temperato dal cedro, nuovo arrivato nel casting boisé della creazione originale. Il muschio bianco sfuma il fondo della fragranza e nutre in segreto la dipendenza.

Io, che preferisco di Thierry il meno celebre e più delicato Cologne, non userò neanche questa versione, ma mia cugina sarà contenta per il regalo!

co-fondatrice e caporedattrice
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.