Mother of Pearl & Jim Lambie | SS 2011

Il rapporto tra arte e moda è decisamente complicato, a volte si amano, il giorno dopo si odiano, si copiano o si snobbano, fatto sta che quando sono sulla stessa lunghezza d’onda e collaborano, il risultato è unico.

Questo è fortunatamente uno di quei casi: Mother of Pearl è un brand inglese a cui deve piacere parecchio arricchire le proprie collezioni con richiami al mondo dell’arte, dato che anche le precedenti stagioni hanno visto la collaborazione della designer Maia Norman con diversi artisti. Per la SS2011 l’arduo compito è stato affidato a Jim Lambie, visual artist scozzese, noto per i suoi lavori ipercolorati e che attingono a piene mani dalla cultura pop.

All’interno della collezione, lo zampino di Lambie è evidente soprattutto nelle t-shirts e nei pantaloni ricoperti di occhi dalle cui pupille spuntano cinturini colorati, citazione della sua opera del 2002 Acid Perm. La serie Found Flower Painting è invece stampata allover sia su seta che su nappa, rendendo i due materiali quasi un tutt’uno. I colori sono per lo più vivaci, dal giallo al viola, i tagli puliti e frequenti le asimmetrie. Si passa da giacconi quasi tecnici, ad abiti e casacche in pelle iperminimali e geometriche, fino ad un paio di capi da sera.

In Italia i capi di Mother of Pearl da Apres Paris a Treviso, online li trovate nell’e-shop di Colette e di Showstudio.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Laju Slow Apparel: un nuovo marchio che è un inno alla lentezza