Amarone Bottega il vino prêt-à-porter

Di base non bevo vino rosso, se la pietanza lo richiede mi limito ad assaggiarlo per tener contento qualche commensale insistente e poi passo immediatamente all’acqua naturale. Si potrebbe dire che sono cromaticamente astemia…

Perciò non sono la persona più adatta a cantare le lodi dell’Amarone di Valpolicella.
Si sa, è uno dei vini rossi italiani più conosciuti ed apprezzati al mondo.

Creato con vitigni quali Corvina (dal 40 al 70%), Rondinella (dal 20 al 40%) e Molinara (dal 5 al 25%). Leggo che vi si possono riconoscere sentori olfattivi di frutta matura, confettura di amarena e di lamponi e che, in quelli più invecchiati, si possono percepire anche sentori di muschio e di catrame.

La bellissima e cattivissima bottiglia di Amarone Bottega, che vedete in foto, è nata dalla collaborazione tra la Distilleria Bottega e Denise Focil di Alpinestars. Denise è una fashion designer californiana nota, fra l’altro, per aver creato giacche di pelle per moltissime celebrities.
La Distilleria Bottega situata a Bibano (Tv), nell’area nota per il prosecco, è nota ed apprezzata per vini, grappe e liquori, produzioni per le quali ha anche accumulato molti riconoscimenti internazionali.

Quella in alto è una limited edition che sarà disponibile solo in selezionati punti vendita. Ne voglio una!
E’ vero ho appena detto che non amo il rosso ma per una bottiglia e un packaging così, posso fare un’eccezione.

co-fondatrice e caporedattrice
  1. Per i lettori non abituali, i produttori di vino e champagne e per chi nel corso della giornata di oggi mi ha contattato preoccupato : tranquilli io sono tutt'altro che astemia!!!

    Solo ultimamente preferisco i vini bianchi – con o senza bollicine- ai rossi corposi… ma mi passerà , passa sempre!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Da Victionary due libri dedicati al packaging degli alcolici e di tè e caffè