Partecipa al #BOOKTOBER, un'iniziativa di Frizzifrizzi da un'idea di Davide Calì

Natale10 | la mia gift-list

Mi hanno chiesto una gift-list natalizia ma io sono un egoista e metto i regali che vorrei.
La compilo in maniera cinematografica, prendendo spunto da qualche film. Beninteso, il Natale lo affronto fondamentalmente con due approcci diversi però voi siete liberissimi di divertirvi tanto e farvi tanti regali, io da parte mia credo lo passerò guardando qualche film, borbottando tra me e me aspettando i fantasmi dei Natali passati, presenti e futuri. Ma voi promettete che questi regali me li ritrovo davvero sotto l’albero? Soprattutto il numero 6? Grazie.

1. Voglio dei sonniferi: voglio una scorta di sonniferi per due motivi. Il primo è, guarda un po’, dormire. E il secondo è che mi ha detto Leonardo Di Caprio che quando dormi ti succedono cose fichissime tipo che le stanze si ribaltano e tu diventi come l’uomo ragno o che puoi creare la realtà esattamente come te la immagini.
Mi raccomando non voglio nessuna trottola, perché ancora sto cercando di capire se quello del film era o no un sogno… figurati se scopro che la mia, di realtà ideale, è tutta finta!

2. Voglio una casa: però attenzione. Io non voglio una casa nuova per viverci dentro. No! Io voglio una casa (e deve essere grande) perché dovete, subito dopo la casa, regalarmi tutta una serie di movie posters fantastici. Ci sono quelli antichi che sono centomila volta più belli di quelli moderni. No dico, voi non le vorreste le pareti piene di questi capolavori?
Oppure quelli fatti dai mille graphic designers: versioni alternative di poster conosciuti, c’è niente di più “ispirational”?
Chiaramente insieme alla casa e ai poster dovete anche regalarmi un mastro corniciaio.

3. Voglio un cinema! Ok. Diciamo che in effetti un “pochino” vicino ci vado, avendo un videoproiettore broccolo che fa il suo sporco lavoro e grazie al quale non accendo più la TV da mesi. Certo, un vero cinema, con le poltrone rosse vellutate, l’omino del pop-corn, e le lucette sulle scale mi piacerebbe proprio averlo. Però a me non basta! Io il cinema me lo voglio portare dietro anche in vacanza, sul treno, per strada. Allora, voi che adesso uscite di casa per fare i regali che vi sto comandando, potreste comprarmi il videoproiettore portatile della Aiptek.
Secondo quanto dicono dovrebbe essere un videoproiettore portatile. Capacità 1 giga, giusti giusti per un bel film o tre puntate di Misfits. Very Cool.

4. Voglio uno zombie: lo voglio proprio come amico mio. Ci voglio vedere tanti film insieme, ci voglio vivere come il protagonista di Ugly Americans. Perché in fondo avremmo un po’ gli stessi cicli biologici e lo stesso stile di vita: poco parlare, molto vegetare. E poi non romperebbe se voglio vedere per la quinta volta La Guerra dei Mondi. Magari se ne avrebbe a male se proponessi una Serata Romero. Ok, forse magari un zombie vero non me lo potete regalare, a meno che voi stessi non lo siate già. Quindi ecco qualche giocattolo zombesco veramente ma veramente geek.
Certo, se vi riempite casa di queste cose supernerd (e mettici pure la puzza naturale dello zombi che marcisce sul divano) scordatevi contatti ravvicinati con esemplari dell’altro sesso. Ma cosa volete che contino il sesso e l’amore quando hai uno zombie!

5. Voglio dei piranhas: in effeti io odio gli acquari. Non capisco mai se i pesci dentro capiscono di essere in un’acquario o no. Sarebbe come scrivere, chessò, dentro uno schermo e aspettare che gli altri passino davanti e ti guardino dall’altra parte dello schermo e magari leggano quello che scrivi. Roba da matti vera. Insomma mi inquietano. Però, se Piranha 3d dice il vero (e i film dicono sempre il vero) se hai a che fare con i piranha hai di conseguenza a che fare con cose del genere. Certo magari poi succede una cosa di quest’altro genere
…evabbèdai, ti fai curare da quelle due di prima. Come dite? Potrebbe succedere anche questo?
Ok. Tenetevi i piranhas. Facciamo due tartarughine…

6. Voglio Julianne! Dài. Ho scherzato. Facciamo che al posto dei regali che ho appena elencato voglio Julianne Moore. Ok? Affare fatto?

Ebbuonnatale.