Passare ore davanti a cose belle e gratis? La nostra rubrica Tesori d'archivio è la soluzione.

La pelle perfetta di Andrea Incontri

C’erano una volta la forma e la funzione, il culto della materia e un matrimonio felice tra concetto e tecnica, sapere e saper fare. Insomma c’era una volta il design. C’era, e c’è ancora, nonostante Internet, la plastica e il taglio laser abbiano incoraggiato a destra e a manca l’hobby di produrre e spacciare per figata oggetti talmente vacui e banali che neanche il tuo cane se li mastica.

Andrea Incontri è un architetto che ha capito di volersi sporcare le mani con la pelle. Pelle italiana, per la precisione, lavorata artigianalmente ad hoc. Il risultato? Borse. E anche borselli, sacche, buste, portamonete leggeri, comodi, indistruttibili, di un gusto impeccabile e pregio a go-go. Zero colori fluo, zero stampe, zero orpelli. Trovamela tu una pochette che non mi faccia sentire la Hilton dei poveri.

C’è una collezione Uomo e una Donna, ma potete tranquillamente regalare la Week End al vostro fidanzato e poi rubargliela. Così come vostro fratello vi prenderà in prestito la shopper per andarci allo IED. Trasversalità insomma, ma anche continuità d’uso. In un mercato saturo di accessori usa-e-getta Andrea Incontri progetta quello di cui non ti stanchi mai: il basico di qualità.

E adesso basta rimpiangere il design come fosse la mezza stagione, mi compro ‘sta borsa. Ho pure la benedizione della Sozzani e del Pitti club che lo hanno premiato a Who’s On Next. Ah dimenticavo, il brand di Andrea si chiama AI_ e lo trovate da Luisaviaroma.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.