Swedish Hasbeens

Swedish Hasbeens

Queste scarpe sono fatte a mano con le stesse tecniche artigianali con cui si facevano negli anni ’70. Perciò nessun paio è esattamente uguale all’altro. Sono prodotte con pelle trattata in modo naturale, le suole sono di legno e gomma.

La loro storia è legata a una donna di nome Anita, lei era la mamma più affettuosa del sud della Svezia negli anni ’70. Fumando Camel, strillava ai suoi figli fino a farsi cascare i bigodini dalla testa, restando comunque favolosa sui suoi zoccoli di legno bianchi dal tacco alto.

Nell’estate del 2006, nel seminterrato di una vecchia azienda di zoccoli, i fondatori del brand trovarono 300 paia di bellissimi zoccoli bianchi, blu, rossi che lei indossava in quegli anni e li portarono con loro a Stoccolma come fonte di ispirazione. Così iniziarono a produrre le scarpe Swedish Hasbeens per poterle condividere con tutti coloro che hanno lo stesso amore di Anita per i bellissimi zoccoli dal tacco in legno degli anni ’70.

co-fondatrice e caporedattrice

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Laju Slow Apparel: un nuovo marchio che è un inno alla lentezza