fbpx
vauve clicquot vendemmia 2

Veuve Clicquot Ponsardin Champagne: la vendemmia #1

Veuve Clicquot Ponsardin Champagne: la vendemmia #1

Quest’anno non devo esser stata poi così cattiva, come dicono, se mi sono meritata una seconda opportunità del genere.
Certe cose capitano ai più fortunati di noi una volta nella vita, per me invece è già la seconda volta.
I meno perspicaci e affezionati di voi lettori saranno a questo punto curiosi di capire di cosa sto parlando: reunion in Reims!

Veuve Clicquot Ponsardin Champagne ha chiesto a me per Frizzifrizzi, a Costas per Yatzer, a Jean per Notcot, a Brian per Materialiste ed a Evan e Josh per Cool Hunting di tornare a Reims e partecipare alla Vendemmia Vip il 20 settembre.

Ci spiegano che quella della giornata della Vendemmia Vip è una tradizione che si ripete ogni anno e che quest’anno hanno deciso di allargarla anche a noi bloggers.
Ovviamente ho accettato con entusiasmo e molta curiosità perché anche quest’anno gli organizzatori sono stati molto abbottonati sul programma.

L’unica indicazione è stata di portare vestiti comodi e scarpe che si potevano sporcare. Ergo anche quest’anno ho fatto la valigia come se organizzassi un trasloco, mettendoci dentro di tutto!

Devo confessarvi che quando l’anno scorso con un brindisi finale la presidentessa Cécile Bonnefond, presidentessa della Maison di Champagne Veuve Clicquot, ci aveva salutato dicendo “ormai siete entrati a far parte della nostra famiglia, ci rivedremo presto! ” io non avevo dato molto peso alle sue parole. Sono diffidente per natura e dopo anni e anni di onorata esperienza, so che in occasioni del genere spesso si dicono certe cose (che volte si pensano anche) ma poi mantenere gli impegni è dura.
Madame la presidente però è una che non scherza affatto ed eccoci qua di nuovo tutti insieme a Reims!

Veuve Clicquot Ponsardin Champagne: la vendemmia #1

Sono arrivata a Parigi sabato 19 settembre in aereo da Bologna. All’aeroporto mi attendeva una macchina blu con un autista gentile ma silenzioso che mi ha portato comodamente Hotel de la Paix a Reims. Arrivata in camera ho trovato un gran pacco regalo: champagne, penna, agenda, libro… il tutto ovviamente Veuve Clicquot, ma nessuna lettera del direttore internazionale della comunicazione. L’anno scorso era così che ci davano indicazioni sul da farsi. Dopo una breve caccia al tesoro, in pratica ho rivoltato la stanza, ed una rinfrescata mi sono precipitata in camera di Costas il simpaticissimo blogger greco di Yatzer ed abbiamo aspettato insieme le istruzioni. Ovviamente bevendo la prima di una notevole serie di bottiglie di champagne.

Appuntamento alle 18.30 nella hall dell’albergo, nessuna indicazione in merito al dress code. Questa è stata la consegna.
Dopo aver abbracciato i vecchi amici ed averne incontrato nuovi (Josh e Evan per Cool Hunting), siamo partiti per una destinazione non precisata.

Veuve Clicquot Ponsardin Champagne: la vendemmia #1

Ci siamo trovati nel piazzale dell’azienda Veuve Clicquot dove ci attendeva una visita guidata al museo e alle cantine.
Finito il giro, siamo andati a cena al ristorante Le Millenaire di Laurent Laplaige a Reims. Ottima compagnia, ottimo cibo e tre champagne da degustare e provare ad abbinare alle varie portate: Vintage Rich del 2002, Vintage Rosé del 2002, Vintage del 2002. L’anno scorso avevamo fatto questo esperimento guidati dal Cellar Master (direttore della cantina) che di volta in volta ci aveva spiegato quale era tecnicamente l’abbinamento migliore ed il perché.
In mancanza di un giudice tecnico quest’anno ognuno di noi si arrogato il potere di decidere secondo il suo insindacabile gusto, per esempio Costas ha bevuto Vintage Rosé con tutto!

La prima lettera con le istruzioni l’abbiamo trovata in camera al ritorno: pronti per le 6.45, vestiti per la vendemmia!
Domani conoscerete i particolari.

Vi consiglio di continuare a seguirmi perché quest’anno ho deciso di condividere parte della generosità di Veuve Clicquot con voi affezionati lettori…

co-fondatrice e caporedattrice
  1. Invidia a 1000!!!! Ma la prossima volta non è che avete bisogno di un’assistente? Io ho un fiuto peggio di un segugio…a volte per valutare la qualità del vino nascente puo’ far comodo ;)

    GiuliaCheCeProva (…spudoratamente pure…)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
ALTOS HUICHOL 5
Le bottiglie di Altos Tequila, decorate una a una dalle artigiane Huichol