P/E 2008: cinque regole per non sbagliare

P/E 2008, come ci vestiremo

Ma è proprio vero che la moda è un eterno ciclo e riciclo? Un vortice, una spirale che torna a proporci must di stagioni passate creduti desueti per sempre?
Sì, la dimostrazione sta nelle sfilate degli ultimi anni in cui abbiamo visto tornare prepotentemente in passerella capi, colori, accessori rimasti rinchiusi nei guardaroba di tutte noi dagli anni ’80.

Per questa P/E: ostentazione, colore, miscuglio apparentemente senza senso, questo ciò che ne viene fuori dopo anni di minimal trend percorsi da Prada e Tom Ford per Gucci, pionieri di uno stile che ha segnato un’epoca.
Oggi si volta pagina, la domanda è d’obbligo: cosa sarà lecito indossare questa P/E?
Come districarsi in questa giungla restando sempre fedeli ai dictat della moda senza scaturire nel banale / sbagliato / sciatto / fuori luogo / fuori moda?

Presto detto, ecco cinque semplici regole per non sbagliare:
COLORI: pare che gli stilisti si siano stufati di tutto il bianco e nero delle passate stagioni, trionfano colori in tutte le nuance ovunque. Il re è il blu elettrico (immagine 1, Versace; 2, Prada), ma non mancano il giallo sole, il verde acido,l’arancione, il rosa e il fuxia. Qualcuno osa coi colori pastello e altri ancora portano in scena il rosso, unico colore pass par tout che va sempre bene.

FIORI: Miuccia Prada ancora una volta è stata l’apri pista, fiori e stampe floreali (3, Roberto Cavalli), applicazioni su scarpe (4, Miu Miu) e accessori vari. Abbinati alle gonne a palloncino, a un caschetto fresco di taglio tenuto da un vistoso cerchietto, sembreremo tutte delle houswife anni’40.

GONNE: dopo i pantaloni a zampa, a sigaretta, alla zuava, a pinocchietto, leggings, pantajazz, micropants, finalmente tornano le gonne! Ne saranno felici i maschietti, a noi donne l’onere di riabituarci a questo capo, così tremendamente femminile, pensato esclusivamente per noi. Non esistono standard, i più le presentano a ruota, ma ogni lunghezza è concessa, ce n’è per tutti i gusti, taglie ed età (5, Blugirl).

STAMPATO: i fiori sono il must, ma le stampe (6, Prada) in genere sono il trend di questa estate che ci aspetta. Stampe bi o multi color, stampe che osano e che parlano di noi. Portare un vestito colorato non è da tutti, indossare un capo coloratissimo con disegni psichedelici è sinonimo di grande ostentazione, sfacciataggine, ma al tempo stesso grande insicurezza che si cela sotto una maschera… quasi carnevalesca.

ACCESSORI MACRO: il trend della maxi-bag era iniziato lo scorso anno, questa P/E le misure over size si allargano a macchia d’olio a tutti gli accessori. I sandali da minimal diventano scenografici, con zeppe o tacchi sculture (8, Marc Jacobs), avviluppati su per i polpacci come serpenti (9, Fendi). I bracciali sono vistosi (7, Alex and Ani), pesanti, rumorosi così come le collane. Le cinte si trasformano in cinturoni di moderne caw-girl a caccia di vita. I cappelli sono vere e proprie opere d’arte da indossare come tali.

Ricordate che non occorre spendere cifre astronomiche per accaparrarsi capi all’ultima moda: tanta pazienza e costanza vi permetteranno, attraverso saccheggi nei guardaroba di nonne e zie, mercatini vintage e negozi low cost, di accaparrarvi la maggior parte delle cose qui descritte.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
LenzuoLino: la riscoperta di un “nuovo” antico lino passa per un corredino da culla