C’è la blogosfera, l’atmosfera… e poi c’è la Cliquotsfera, o meglio Clicquotsphere, ovvero l’Esperienza Veuve Clicquot trasportata al Fuorisalone. Parlando con un amico/collega, ieri, ci si confrontava proprio su questa parola chiave: Esperienza. Di come la maggior parte dei brands e delle agenzie di comunicazione cerchino di far parlare di loro o dei loro clienti
Ultimo giorno, partiamo con un autobus extralusso in compagnia di una simpatica guida di origini polacche Kasia Canu, che ha studiato a Bologna e pertanto parla perfettamente italiano. Ogni tanto è confortante. Visitiamo i villaggi di Hautvillers, Ay,
Adesso lo so, casual chic per alcuni dei presenti vuol dire completo e cravatta neri, per gli altri jeans, vestiti da cocktail. Insomma una Babele. Io opto per pantaloni di velluto liscio neri Alberta Ferretti, stringate maschili nere, t-shirt nera, collana vintage e borsa Le Dix Motorcycle Balenciaga
Svegliarsi presto per me non è mai stato un problema. L’unico, serio dilemma che ho dovuto affrontare invece è stato: come ci si veste per partecipare alla vendemmia vip Veuve Clicquot? Comodi e con scarpe che si possono sporcare, suggeriscono loro ed aggiungono anche che le previsioni
Quest’anno non devo esser stata poi così cattiva, come dicono, se mi sono meritata una seconda opportunità del genere. Certe cose capitano ai più fortunati di noi una volta nella vita, per me invece è già la seconda volta. I meno perspicaci e affezionati di voi lettori saranno a questo punto curiosi
Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.