20 grammi di Pangrammi: un nuovo progetto tipografico e postale di Anonima Impressori

Chiunque abbia mai aperto una libreria di font conosce ormai benissimo sia la rapida volpe bruna che il pigro cane, i due celeberrimi personaggi di una delle frasi più utilizzate per verificare la resa dei caratteri tipografici, in stampa e su schermo: The quick brown fox jumps over the lazy dog, oltre a essere una microstoria dal sapore vagamente surreale, è anche un pangramma, cioè un breve periodo di senso compiuto composto utilizzando tutte le lettere dell’alfabeto.

Divertissement per legioni di ludolinguistз e tipografз, di pangrammi ne esistono tantissimi in tutte le lingue. Il giornalista ed esperto di giochi Giampaolo Dossena ne raccolse diversi in italiano nel suo spassoso libro La zia era assatanata (ormai fuori catalogo, si trova solo usato): Pranzo d’acqua fa volti sghembi, Ma che bel gufo spenzola da quei travi, o il più scurrile Qui gli ampi stronzi, bove, defechi?
Ma anche la quick brown fox ha almeno un paio di varianti nella nostra lingua. Una è Fu questa volpe a ghermir d’un balzo il cane, che è quello usato da Anonima Impressori per la prima “puntata” di 20 Grammi di Pangrammi, un nuovo progetto editoriale semplice quanto affascinante, rivolto ad appassionate ed appassionati di tipografia, lettere e parole.

Anonima Impressori, “20 grammi di Pangrammi n.1”, maggio 2021
(foto: Frizzifrizzi)
Anonima Impressori, “20 grammi di Pangrammi n.1”, maggio 2021
(foto: Frizzifrizzi)

Con un archivio di oltre 1000 famiglie di alfabeti, ben conservate nei larghi cassetti dell’officina grafica e tipografica bolognese, Veronica Bassini, Luca Lattuga e Massimo Pastore — le tre menti e le sei mani dietro ad Anonima Impressori — hanno pensato di utilizzarle per realizzare dei poster in edizioni limitata, venduti su abbonamento, uno al mese, di volta in volta presentando pangrammi e caratteri differenti.

«Ogni mese un diverso alfabeto della nostra collezione. Ogni mese un pangramma per mostrartelo» sta scritto sulla cartolina che accompagna il primo poster, uscito a maggio 2021 e composto con il Garaldus, disegnato nel 1956 dal grande Aldo Novarese per la Fonderia Nebiolo (nel poster sono presenti due serie, la corsiva neretta normale e la tonda neretta normale).

Anonima Impressori, “20 grammi di Pangrammi n.1”, maggio 2021
(foto: Frizzifrizzi)
Anonima Impressori, “20 grammi di Pangrammi n.1”, maggio 2021
(foto: Frizzifrizzi)

L’opera, però, non si limita al solo manifesto. Anche la cartolina, ovviamente stampata a mano, e persino la busta ne fanno parte — con l’inconsapevole complicità delle poste
«Dato che, oltre agli alfabeti, amiamo anche il rischio, spediamo “20 gr. di pangrammi” con Poste Italiane, rispettando peso e formato dell’affrancatura standard: un oggetto piatto che entri in una buchetta e che non pesi più di 20 grammi».

Ci si abbona qui, per ricevere un pangramma al mese e supportare in questo modo anche le tante attività della tipografia.

Anonima Impressori, “20 grammi di Pangrammi n.1”, maggio 2021
(foto: Frizzifrizzi)
Anonima Impressori, “20 grammi di Pangrammi n.1”, maggio 2021
(foto: Frizzifrizzi)
Anonima Impressori, “20 grammi di Pangrammi n.1”, maggio 2021
(foto: Frizzifrizzi)
Anonima Impressori, “20 grammi di Pangrammi n.1”, maggio 2021
(foto: Frizzifrizzi)
Anonima Impressori, “20 grammi di Pangrammi n.1”, maggio 2021
(foto: Frizzifrizzi)
Anonima Impressori, “20 grammi di Pangrammi n.1”, maggio 2021
(foto: Frizzifrizzi)
Anonima Impressori, “20 grammi di Pangrammi n.1”, maggio 2021
(foto: Frizzifrizzi)
Anonima Impressori, “20 grammi di Pangrammi n.1”, maggio 2021
(foto: Frizzifrizzi)
Anonima Impressori, “20 grammi di Pangrammi n.1”, maggio 2021
(foto: Frizzifrizzi)