Il nuovo numero di Fukt Magazine, la rivista internazionale dedicata al disegno

Qualche settimana fa, guardando il documentario Edizione Straordinaria, a un certo punto, dopo mezzo secolo di tragedie collettive, terrorismo e fatti di cronaca, arrivati alle dimissioni del papa Benedetto XVI, ho avuto la netta sensazione di aver riconosciuto in quell’evento la causa di quel terremoto temporale che ha chiaramente investito il nostro piano di realtà, facendo slittare la nostra timeline su una linea temporale parallela (non ricordo dove ho letto riguardo a questa teoria della timeline alternativa ma non mi pare ci siano spiegazioni più razionali di questa per illustrare il presente in cui ci troviamo immersi da quasi un decennio).

O forse, forse quella che stiamo vivendo è semplicemente una realtà che è sempre stata lì ma che finora se ne rimaneva nascosta tra le pieghe e, per un motivo o per l’altro, si è dispiegata solo di recente, esattamente come la copertina del nuovo numero di Fukt Magazine, dove tra le pieghe, appunto, si legge «la tua mente è la tua macchina del tempo» e si scopre che quel c’è scritto sulla cover in realtà nasconde altri messaggi, come una trama che in filigrana sviluppa altre sottotrame.

Proprio alle storylines, lo sviluppo temporale di una storia, è dedicato il 19º numero di questa pluripremiata rivista dedicata al disegno, nata ormai più di vent’anni fa dall’idea dell’artista visivo Björn Hegardt e della designer e illustratrice Ariane Spanier.
Uscito con un paio di mesi di ritardo a causa della pandemia, il volume — 232 pagine — ospita opere, interviste e saggi di e su alcuni tra i più grandi nomi dell’illustrazione e del fumetto contemporaneo, tra cui un gigante assoluto come Chris Ware.

«In tempi di minacce globali — dalla pandemia ai cambiamenti climatici, alle politiche insensate e ai periodi confinati nelle nostre case — desideriamo più che mai le storie. Storie che ci fanno vedere il mondo attraverso gli occhi degli altri e che ci aiutano a dare un senso a tutto ciò, permettendoci di ricordare e immaginare, di comprendere il non familiare, lo strano e l’ignoto», scrive Hegardt, il fondatore della rivista.

Fukt Magazine si può acquistare online oppure, in Italia, presso Libreria Verso,
Marsèll Paradise e Reading Room a Milano, Gucci Garden a Firenze, Edicola 518 a Perugia, Frab’s Magazines & More a Forlì.

Fukt Magazine n.19, novembre 2020 (courtesy: Fukt Magazine)
Fukt Magazine n.19, novembre 2020 (courtesy: Fukt Magazine)
Fukt Magazine n.19, novembre 2020 (courtesy: Fukt Magazine)
Fukt Magazine n.19, novembre 2020 (courtesy: Fukt Magazine)
Fukt Magazine n.19, novembre 2020 (courtesy: Fukt Magazine)
Fukt Magazine n.19, novembre 2020 (courtesy: Fukt Magazine)
Fukt Magazine n.19, novembre 2020 (courtesy: Fukt Magazine)
Fukt Magazine n.19, novembre 2020 (courtesy: Fukt Magazine)
Fukt Magazine n.19, novembre 2020 (courtesy: Fukt Magazine)
co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *