Partecipa al Booktober. Dal 1º al 31 ottobre.

Le nuove stampe di Gaia Stella

Perché designer, illustratrici e illustratori, artisti e artiste passano un sacco di tempo nelle tipografie e nei laboratori di stampa? Al netto di tipografe o tipografi rubacuori, è perché una volta che un’opera o un progetto lasciano lo schermo per muovere i primi passi in forma fisica, è fondamentale — affinché il risultato sia un lavoro fatto bene — toccare con mano, come si suol dire, e rendersi conto di tutti quegli aspetti che nel mondo dei pixel non avevano alcuna importanza: la carta giusta, la resa dei colori, la dimensione tattile di quella che in principio era un’idea, poi è diventata una serie di 0 e di 1 e infine si è “incarnata” in un oggetto.

Una buona stampa d’arte è frutto di un lavoro a (almeno) quattro mani. Senza chi progetta o disegna avremmo un foglio di carta vuoto, ma senza chi stampa bene otterremmo solo uno sbiadito simulacro di “ciò che avrebbe potuto essere e non è stato”.
A chi avesse bisogno di un esempio a dimostrazione di ciò che ho appena scritto, e di come da una collaborazione tra grandi professionisti non ci si possa aspettare meno che l’assoluta meraviglia, eccone uno, recentissimo.
Due delle quattro mani sono quelle di Gaia Stella, pluripremiata illustratrice che ha alle spalle tanti libri illustrati, pubblicati da case editrici italiane e francesi, illustrazioni editoriali commissionate da testate prestigiose come il New Yorker, il New York Times e il Boston Globe, e copertine realizzate per editori come Einaudi, Mondadori, Feltrinelli e La Nuova Frontiera.

Gaia Stella, “Cozy Afternoon” (courtesy: Gaia Stella)
Gaia Stella, “Cozy Afternoon”, dettaglio (courtesy: Gaia Stella)

«Ho realizzato una serie di cinque stampe Fine Art, mi interessava misurarmi con qualcosa di fisico e poterne curare i dettagli. Le illustrazioni nascono da una lunga e profonda indagine sulle forme. Ho scelto il minor numero possibile di forme e colori, cercando di inserire il mio sguardo senza perdere la riconoscibilità», mi ha scritto qualche giorno fa, raccontandomi anche dell’apertura del suo nuovo negozio online, dove le cinque stampe sono i primi prodotti in vendita.

Come è evidente dalle foto in dettaglio — quasi “osé” per chi apprezza le arti della stampa — il risultato è di altissimo livello, e il merito è anche delle altre due mani, quelle di uno stampatore, che ha utilizzato della carta Somerset Velvet riuscendo a tirarne fuori il meglio in fatto di resa cromatica.
Dice Stella: «A parer mio è un Mastro stampatore: non so se le foto rendono, ma i colori brillano in modo quasi inverosimile».

Gaia Stella, “City Life” (courtesy: Gaia Stella)
Gaia Stella, “City Life”, dettaglio (courtesy: Gaia Stella)

Pensate per i bambini (i titoli sono opera della grafica Elena Giavaldi, che appena le ha viste, senza bisogno di spiegazione alcuna, ha messo i nomi a tutte quante), le opere sono in realtà talmente efficaci, nella loro semplicità, che non è difficile immaginarle in stanze che non siano solo quelle dei pargoli.
Realizzate in dimensioni di 40 x 40 cm, sono firmate e numerate, con tanto di certificato di autenticità, e arrivano a casa confezionate in un packaging creato ad hoc per l’occasione.

«Siccome soffrivo all’idea di inserirle in un tubo, ho progettato una confezione che potesse contenerle senza che si rovinassero, da utilizzare per le spedizioni.
Insieme allo stampatore abbiamo disegnato il packaging della scatola, studiato le pieghe e il cartoncino adatto», racconta Stella, che su Instagram mostra i test della confezione.

(courtesy: Gaia Stella)
(courtesy: Gaia Stella)
(courtesy: Gaia Stella)
(courtesy: Gaia Stella)
(courtesy: Gaia Stella)
Gaia Stella, “Playground Fun” (courtesy: Gaia Stella)
Gaia Stella, “Playground Fun”, dettaglio (courtesy: Gaia Stella)
Gaia Stella, “Sweaty Summer” (courtesy: Gaia Stella)
Gaia Stella, “Sweaty Summer”, dettaglio (courtesy: Gaia Stella)
Gaia Stella, “The Trip” (courtesy: Gaia Stella)
Gaia Stella, “The Trip”, dettaglio (courtesy: Gaia Stella)
co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.