Partecipa al #BOOKTOBER, un'iniziativa di Frizzifrizzi da un'idea di Davide Calì

Tesori d’archivio: la fauna marina nelle illustrazioni del ‘700 di Louis Renard

Di pesci così non se ne sono mai visti. O piuttosto: nessun subacqueo, biologo marino o ittiologo che non fosse sotto LSD ha potuto ammirare dal vivo quelli rappresentati da Louis Renard nella sua opera Poissons, ecrevisses et crabes, de diverses couleurs et figures extraordinaires, que l’on trouve autour des isles Moluques et sur les côtes des terres Australes, da lui stesso pubblicata nel 1719 in sole 100 copie.

Nato nel nord della Francia attorno al 1678, Renard proveniva da una famiglia protestante (i famosi ugonotti che si studiano a scuola) e quando era appena un bambino fu costretto a espatriare in Olanda nel momento in cui il cattolicissimo Luigi XIV, il Re Sole, forse sobillato dalla sua sposa segreta (ma non troppo) Madame de Maintenon, revocò l’Editto di Nantes, che riconosceva libertà di culto.

Louis Renard, “Poissons, ecrevisses et crabes” (fonte: Biodiversity Heritage Library)

Ad Amsterdam Renard si fece un nome come libraio e come editore. La sua opera più importante la firmò anche come autore, ed è appunto il Poissons, ecrevisses et crabes, che dedicò alle più rare meraviglie sottomarine del Mar delle Indie.

Contrariamente a molte pubblicazioni di carattere naturalistico, la sua non era frutto di lunghi viaggi e avventurose spedizioni. Renard, infatti, praticamente non si mosse da casa, preferendo “ispirarsi” alle illustrazioni di Samuel Fallours, che invece lavorò sul campo, tornando in Olanda nel 1712 con centinaia di disegni realizzati durante i suoi viaggi con la compagnia delle Indie Orientali, prima come soldato e poi come curato e artista (le sue tavole sono state raccolte da Taschen nel bel volume Samuel Fallours. Tropical Fishes of the East Indies).

Louis Renard, “Poissons, ecrevisses et crabes” (fonte: Biodiversity Heritage Library)

Pubblicato in due volumi, Poissons, ecrevisses et crabes mostra oltre 400 tra pesci, crostacei e insetti marini, oltre a un dugongo e una sirena (!). Quest’ultima, tuttavia, non è l’unica creatura di fantasia presente: gli studiosi sostengono che circa il 9% delle specie rappresentate sia inventato (e dopotutto Renard era uno che si spacciava per spia inglese, qualifica della quale non ci sono arrivate prove in merito).

Accuratezza scientifica a parte, l’opera è e rimane un raro gioiello a colori.
Dopo la prima edizione ne sono state date alle stampe altre due, una nel 1754 e una nel 1782. Pochissime, tra tutte, ne sono sopravvissute. Una proveniente dalla seconda edizione è stata interamente digitalizzata e messa online da quello scrigno di tesori che è la Biodiversity Heritage Library. La si può sfogliare online (o scaricare) qui. Le singole pagine si possono anche vedere su Flickr.

Louis Renard, “Poissons, ecrevisses et crabes” (fonte: Biodiversity Heritage Library)
Louis Renard, “Poissons, ecrevisses et crabes” (fonte: Biodiversity Heritage Library)
Louis Renard, “Poissons, ecrevisses et crabes” (fonte: Biodiversity Heritage Library)
Louis Renard, “Poissons, ecrevisses et crabes” (fonte: Biodiversity Heritage Library)
Louis Renard, “Poissons, ecrevisses et crabes” (fonte: Biodiversity Heritage Library)
Louis Renard, “Poissons, ecrevisses et crabes” (fonte: Biodiversity Heritage Library)
Louis Renard, “Poissons, ecrevisses et crabes” (fonte: Biodiversity Heritage Library)
Louis Renard, “Poissons, ecrevisses et crabes” (fonte: Biodiversity Heritage Library)
Louis Renard, “Poissons, ecrevisses et crabes” (fonte: Biodiversity Heritage Library)
Louis Renard, “Poissons, ecrevisses et crabes” (fonte: Biodiversity Heritage Library)
Louis Renard, “Poissons, ecrevisses et crabes” (fonte: Biodiversity Heritage Library)
Louis Renard, “Poissons, ecrevisses et crabes” (fonte: Biodiversity Heritage Library)
Louis Renard, “Poissons, ecrevisses et crabes” (fonte: Biodiversity Heritage Library)
Louis Renard, “Poissons, ecrevisses et crabes” (fonte: Biodiversity Heritage Library)
Louis Renard, “Poissons, ecrevisses et crabes” (fonte: Biodiversity Heritage Library)
Louis Renard, “Poissons, ecrevisses et crabes” (fonte: Biodiversity Heritage Library)
Louis Renard, “Poissons, ecrevisses et crabes” (fonte: Biodiversity Heritage Library)
Altre storie
Rosso come… Il grande libro dei colori della natura di Pascale Estellon