Matt Stevens e i film trasformati in vecchi libri che non esistono

Designer e illustratore di base a Charlotte, in Carolina del Nord, Matt Stevens è il fondatore dell’omonimo studio che lavora principalmente nel campo dell’identità coordinata e in quello dell’illustrazione per marchi e realtà editoriali, con clienti come Esquire, ESPN, Evernote, Facebook, Google, Netflix, Nike, The New York Times, Pinterest e Wired.

Per tenersi in allenamento e assecondare al contempo alcune sue passioni, quella per il cinema e quella per le grafiche dei vecchi libri, Steven ha lanciato lo scorso gennaio un progetto personale dal titolo molto esplicativo: Good Movies As Old Books.

Il concetto è semplice: bei film si traducono in volumi che il più delle volte non esistono, trattandosi di sceneggiature originali o comunque non di adattamenti di libri già usciti, il tutto seguendo alcuni degli stili tipici dell’editoria del passato.
Di seguito alcuni esempi. L’intera serie — tuttora in progress — si può vedere qui oppure su Behance.

(fonte: hellomattstevens.com)
(fonte: hellomattstevens.com)
(fonte: hellomattstevens.com)

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre storie
Lettera40: decine di designer e artisti hanno disegnato lettere per beneficenza