Passare ore davanti a cose belle e gratis? La nostra rubrica Tesori d'archivio è la soluzione.

Il nuovo numero di Toothache, la rivista di cucina fatta da chef

Come ho già avuto modo di raccontare, la rivista Toothache, seppur parte dell’affollato panorama dei magazine a tema gastronomico, ha un approccio piuttosto differente rispetto agli altri progetti con cui condivide i medesimi scaffali delle librerie e dei negozi specializzati in editoria periodica indipendente.

Come scrive il fondatore, lo chef pasticciere — oltre che fotografo — Nick Muncy, rispondendo alla potenziale domanda che verrebbe immediatamente da fargli: «gli chef hanno davvero bisogno di un’altra rivista di cucina? Chiaramente sì. Toothache è una piccola rivista autoprodotta concepita, dopo il servizio, con gli amici del settore, principalmente durante l’ultima chiamata nei dive bar. Spesso i media che trattano di cibo sono prodotti da persone che non vivono e respirano la vita in cucina. Di solito comprendono articoli lunghi, alcune immagini e una ricetta con ingredienti misurati in tazze e cucchiai. Il che ha senso, perché generalmente non scrivono per noi, ma scrivono invece per cuochi casalinghi o “buongustai”».

Toothache n.6, dicembre 2019 (fonte: toothachemagazine.com)

La missione del magazine di Muncy, invece, è differente: dare la parola direttamente a chi in cucina passa la maggior parte del tempo, cioè gli stessi chef, dando loro tutto lo spazio che vogliono per raccontarsi, parlare dei loro piatti, di un ingrediente, di una filosofia di cucina e di vita.
In poche parole: «produrre una rivista che uno chef o un cuoco vorrebbe davvero leggere».

Uscita finora in sei numeri — i primi cinque dei quali si possono anche acquistare in formato digitale — Toothache (che significa “mal di denti”) dedica il sesto ai cuochi che lavorano tra New York (George Mendes di Aldea, Alex Stupak dell’Empellon, Sam Mason di Oddfellows, Isabel Coss del Cosme, Mark Welker dell’Eleven Madison Park), Los Angeles (Mei Lin del Nightshade e Lincoln Carson del Bon Temps) e San Francisco (Laurent Gras del Saison), oltre al pasticciere Alexander R. Terrazas e allo stesso Muncy, con uno speciale sul pane dei ristoranti.

Toothache n.6 si può ordinare online oppure, in Italia, acquistare da Edicola 518.

Toothache n.6, dicembre 2019 (fonte: toothachemagazine.com)
Toothache n.6, dicembre 2019 (fonte: toothachemagazine.com)
Toothache n.6, dicembre 2019 (fonte: toothachemagazine.com)
Toothache n.6, dicembre 2019 (fonte: toothachemagazine.com)
Toothache n.6, dicembre 2019 (fonte: toothachemagazine.com)
co-fondatore e direttore

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre storie
0% food: cibo per androidi