Touch Wood: il catalogo della mostra di illustrazione nata per raccogliere fondi per l’ambiente

Nata nel 2019, Touch Wood è una piccola realtà che si occupa di creare progetti creativi per raccogliere fondi e diffondere consapevolezza sui temi ambientali e i cosiddetti movimenti dal basso. I fondatori sono Thomas Danthony, illustratore francese che lavora tra Spagna e Regno Unito, e Clare Mabin, che invece si occupa di pratiche rigenerative. Insieme, lo scorso ottobre, hanno lanciato il loro primo evento: una mostra di illustrazione presso la Dray Walk Gallery di Londra.

Danthony e Mabin hanno invitato oltre 50 artisti da tutto il mondo, chiedendo loro di realizzare una o più opere originali sul tema della natura, dipinte, stampate o realizzate con il materiale che dà il nome all’intera iniziativa: il legno.

“Touch Wood”, Counter-Print, ottobre 2019 (fonte: counter-print.co.uk)
“Touch Wood”, Counter-Print, ottobre 2019 (fonte: counter-print.co.uk)

Al progetto hanno partecipato molti grandi nomi, tra cui anche alcuni italiani — (eccoli, in rigoroso ordine alfabetico) Giacomo Bagnara, Matteo Berton, Paul Blow, Sarah Boris, Bill Bragg, Ethan Caflisch, Laura Callaghan, Jun Cen, Stephen Cheetham, Kate Copeland, Cruschiform, Thomas Danthony, A. De La Morinerie, David Doran, Matt Dorfman, Nathalie Du Pasquier, Petra Eriksson, Marylou Faure, Malika Favre, Emily Forgot, Owen Gent, Geoff Grandfield, Marie Jo Guerin, Tom Haugomat, Thibaud Herem, Hey, Cody Hudson, Javier Jaen, Ricard Jorge, Jean Jullien, Bijou Karman, Yann Le Bec, Magoz, Vincent Mahe, Antoine Maillard, Bruno Mangyoku, Francois Maumont, Quentin Monge, Virginie Morgand, Jeff Ostberg, V O, Emiliano Ponzi, Damien Poulain, Paige Russell, Kristin Texeira, Paul Thurlby, Charlotte Trounce, Emmanuelle Walker, Anthony Zinonos — e alla fine i fondi raccolti dalla vendita delle opere (qui si possono vedere tutte quante) sono stati donati al World Land Trust.

Dall’esposizione è stato pure prodotto un libro di 212 pagine che spiega il progetto e raccoglie tutte le illustrazioni. Pubblicato dalla libreria/casa editrice britannica Counter-Print, si intitola anch’esso Touch Wood e si può acquistare online.

“Touch Wood”, Counter-Print, ottobre 2019 (fonte: counter-print.co.uk)
“Touch Wood”, Counter-Print, ottobre 2019 (fonte: counter-print.co.uk)
“Touch Wood”, Counter-Print, ottobre 2019 (fonte: counter-print.co.uk)
“Touch Wood”, Counter-Print, ottobre 2019 (fonte: counter-print.co.uk)
Altre storie
Capitalocene, appunti da una nuova era