Dutch Digital Design: una piattaforma con il meglio del design digitale dei Paesi Bassi

Quella dell’unione fa la forza è una lezione che ci piace moltissimo ascoltare ma che facciamo fatica a mettere in pratica. Consorziarsi per difendere interessi comuni, fare gruppo per evitare da venire assorbiti o disintegrati dal primo colosso che passa: sul tema scriviamo libri, organizziamo dibattiti, redigiamo rapporti, ma poi passiamo gran parte del tempo impegnati in tante piccole guerre diffuse con rivali e concorrenti, intenti a difendere i nostri interessi personali mentre ci guardiamo gli ombelichi e ci rimiriamo alla specchio, danneggiando l’uno le possibilità e le potenzialità degli altri e al contempo sabotando noi stessi.

Gli esempi non mancano: in negativo, soprattutto, ma anche in positivo. Uno di questi viene dai Paesi Bassi, dove fin dal 2014 alcune tra le principali agenzie creative digitali si sono riunite e hanno cominciato a mettere in piedi una rete di collaborazione e di scambio reciproco, con lo scopo di ottenerne tutti dei benefici, di aumentare la visibilità facendo leva sul numero, oltre che sulla qualità e di presentarsi al mondo come un compatto gruppo di eccellenze che poggiano su delle solidissime fondamenta, quella della tradizione del design olandese, che nel ‘900 è diventato sinonimo di essenzialità, razionalità e alti livelli di progettazione e ha fatto scuola in tutto il mondo.

La piattaforma, battezzata semplicemente Dutch Digital Design è da poco online con un sito che raccoglie alcuni tra i migliori progetti, selezionati da un board di curatori, in rappresentanza degli studi e delle agenzie coinvolte, e pubblica articoli e notizie sul design digitale olandese e sui membri del collettivo.

Altre storie
CoviDash: la nuova dashboard con i dati della diffusione del virus, sviluppata da Sheldon Studio