Save the date | Books and Others: libri d’artista ed editoria indipendente all’ICA Milano

Cosa
Books and Others | Work Book Work
Quando
27 - 29 settembre 2019 (Books and Others) | 27 settembre - 6 ottobre 2019 (Work Book Work)
Dove
ICA Milano | via Orobia 26, Milano

Inaugurato a inizio 2019 in un vecchio edificio industriale in zona Ripamonti, ICA Milano è una nuovo spazio dedicato alle arti contemporanee (l’acronimo sta per Istituto Contemporaneo per le Arti, che nel nome dichiara esplicitamente quale sia il modello seguito, cioè l’Institute of Contemporary Arts di Londra e il suo approccio multidisciplinare in un contesto non prettamente museale).

Fondato da Bruno Bolfo, Giancarlo Bonollo, Enea Righi, Lorenzo Sassoli de Bianchi e Alberto Salvadori — al quale è anche affidata la direzione artistica —, l’ICA Milano ha finora ospitato e prodotto mostre, proiezioni, workshop e progetti speciali, puntando soprattutto sul dialogo tra arte e contesto sociale, storico e politico, oltre che tra le diverse discipline artistiche: arti visive, scultura, ceramica, installazioni, cinema.

Protagonista del nuovo progetto dell’istituto è invece il libro d’artista e l’editoria indipendente, con la prima edizione — il progetto è di farne una ogni anno — di Books and Others, un format che si articola in diverse fasi e modalità.
Dal 27 al 29 settembre 2019 l’evento principale sarà una mostra, a cura di Chiara Costa, editor e storica dell’arte contemporanea, dello studio di progettazione grafica e creativa Dallas, della fotografa e fondatrice della casa editrice Humboldt Books Giovanna Silva, e del direttore di ICA Milano Alberto Salvadori, che hanno selezionato quasi 30 editori italiani, ciascuno presente con alcuni titoli (fino a tre) pubblicati nel 2018.

Gli editori presenti

A+M Bookstore, Bruno, Centro Di, Corraini, Cura, Damiani Editore, Electa, Fondazione Carriero, Fondazione Prada, Gamec, Hangar Bicocca, Humboldt Books, Johan & Levi, MADRE, MAN_Museo della Provincia di Nuoro, MART, Mousse, Museion, Nero, Palazzo Grassi e Punta della Dogana, Postmedia, Quodlibet, Silvana Editoriale, Skinnerboox, Skira e Viaindustriae.

(immagine: Céline Condorelli, “Neoplastic”, 2014 | courtesy: ICA Milano)

Tra tutti i libri — che saranno anche liberamente consultabili — una giuria composta da Cecilia Canziani, Anna Franceschini, Samuel Gross, Saul Marcadent e Lorenzo Paini assegnerà il premio al “migliore libro d’arte e cultura visiva pubblicato in Italia”.
Ci saranno anche due bookshop in cui acquistare, grazie alla collaborazione con bruno e Reading Room.

All’interno di Books and Others, oltre a un workshop con alcuni artisti, verrà anche allestita un’altra mostra, dal titolo Work-Book-Work, che si prolungherà fino al 6 ottobre.
A cura di Gregorio Magnani, l’esposizione va ad indagare il libro d’artista come oggetto, come supporto, come dispositivo, come mondo e soprattutto come opera d’arte autonoma, e ruoterà attorno a lavori appositamente realizzati da artisti come Céline Condorelli, Michael Dean, Karl Holmqvist, Sara MacKillop ed Erik Steinbrecher.

Sara MacKillop, “Swatchbook”, 2018/19, pubblicato da Laurel Parker books (courtesy: ICA Milano)
Michael Dean, “Analogue Series (Not Yet Titled)”, 2018 (courtesy: the artist and Herald St, London | foto: Alessandro Wang)
Michael Dean, “Analogue Series (Not Yet Titled)”, 2018 (courtesy: the artist and Herald St, London | foto: Alessandro Wang)
Michael Dean, “Analogue Series (Mushroom)”, 2018 (courtesy: the artist and Herald St, London | foto: Alessandro Wang)
Céline Condorelli, 2017, installation view, “Prologue”, Stanley Picker Gallery, Kingston (courtesy: ICA Milano | foto: Corey Bartle-Sanderson)
Céline Condorelli, “Average Spatial Compositions”, 2015, installation View, “Corps à Corps”, Institute of Modern Art, Brisbane (courtesy: ICA Milano | foto: Jaala Alex)
Altre storie
Save the date | Where is South?